Trading Online

Opinioni AvaTrade: recensioni e pareri, la guida completa

Il trading è un’attività finanziaria che si è diffusa particolarmente negli ultimi tempi, divenendo una pratica comune di tutti gli investitori ed i relativi servizi di investimento. Si tratta dell’acquisto e della vendita di un’attività, nonché del negoziare azioni, valute, materie prime, criptovalute e quant’altro nei mercati finanziari.

Lo scopo del trading riguarda l’ottenimento di un profitto mediante l’acquisizione di un qualunque titolo ad un prezzo più basso e la vendita dello stesso ad un prezzo più elevato entro un periodo di tempo prestabilito. Viene definito trader colui che investe in autonomia o mediante un’istituzione globale. Infine il trading può essere effettuato mediante l’impiego di un broker, in maniera fisica o virtuale.

AvaTrade è una piattaforma di trading che consente di operare in maniera del tutto sicura e regolamentata. In questo articolo ci occuperemo di indicarvi tutte le caratteristiche nel dettaglio, così da offrirvi una guida completa che possa orientarvi nella scelta di tale piattaforma.

Cos’è AvaTrade

AvaTrade è un broker di trading online particolarmente conosciuto ed apprezzato, adeguatamente regolamentato ed assicurato con sede a Dublino. È stato fondato nel 2006 ed è considerato tra le migliori piattaforme di riferimento per tutti coloro che si avvicinano all’attività di trading online.

Se non altro la società AvaTrade Ldt ha sedi sparse per il globo ed opera come intermediario di Borsa, permettendo a tutti gli utenti che si iscrivono di poter accedere ai mercati finanziari in qualunque momento. In Italia gli uffici sono situati a Milano.

Come funziona la piattaforma AvaTrade

Una delle definizioni con cui AvaTrade è conosciuta è broker market maker, il che fa riferimento alla caratteristica della piattaforma di porsi come intermediario e banco tra il mercato finanziario ed il trader. Il vantaggio che ne consegue riguarda l’assenza di commissioni su investimenti che riguardano le azioni, le materie prime, gli indici, le valute, ETF e le criptovalute, sebbene il margine venga applicato sugli spread.

La tipologia di Trading che AvaTrade permette di applicare riguarda unicamente il CFD, il che implica che non sia possibile comprare azioni, materie prime, criptovalute ecc. vere, bensì soltanto i derivati senza commissioni. Ciò comporta però un vantaggio non indifferente: in tal modo si può infatti procedere all’acquisto o alla vendita allo scoperto di tutti questi strumenti con estrema facilità.

Per comprenderne a pieno il funzionamento, il sito stesso propone varie guide, video ed un ebook gratis che consente ai trader principianti di capire a pieno le basi fondamentali. In più, dopo essersi iscritti è possibile accedere alla versione demo e simulare in maniera estremamente realistica le funzioni della piattaforma principale, utilizzando tra l’altro le 100.000 monete digitali offerte da AvaTrade. Ciò consente di fare pratica senza investire soldi reali del proprio portafogli.

AvaTrade è sicuro e regolamentato?

Prima di utilizzare una qualunque piattaforma di trading è bene accertarsi che sia in regola, di conseguenza autorizzata e regolamentata da chi di dovere. Per quanto riguarda AvaTrade possiamo affermare con certezza che l’azienda possiede ben oltre 6 regolamentazioni, una per ogni succursale situata per il globo.

Più nello specifico è stata la Banca Centrale di Irlanda ad offrirle l’autorizzazione per operare in tutta l’Europa e di conseguenza anche in Italia. FFAJ e FSA l’hanno invece regolamentata in Giappone, Abu Dhabi Global Market negli Emirati Arabi, ASIC in Australia, FSCA in Sudafrica e FSC nelle Isole Vergini Britanniche.

L’insieme di tutte queste autorizzazioni implica implicitamente che AvaTrade sia altamente controllata e di conseguenza assolutamente affidabile, ancor di più se si considera che (almeno nel nostro Paese) è presente una sede fisica nel Nord Italia.

Al di là della regolamentazione che la sede fiscale della piattaforma è in grado di offrire, è opportuno verificare che la stessa sia autorizzata anche dalle autorità di ognuno degli Stati in cui opera. In Italia se ne occupa la Consob, nel cui registro figura la società AvaTrade Ltd in piene regole; essa è inserita nella lista dei brokers italiani autorizzati con numero di iscrizione pari a 2640.

Quali sono gli account offerti da AvaTrade?

Prima di iscriversi alla piattaforma AvaTrade è bene conoscere le tipologie di account che offre, così da scegliere quella che più si adegua alle proprie esigenze e necessità. Vediamoli di seguito.

  • Account Utenti Retail, ottenuto con un deposito minimo di €100;
  • Account Spread Betting, usufruibile unicamente nel Regno Unito ed in Irlanda;
  • Conto professionale;
  • Conto VIP, ottenuto con un deposito minimo di €10.000;
  • Account Opzioni Vanilla, il quale consente di usufruire delle stesse opzioni offerte dal broker ma dalla piattaforma Ava Options;
  • Account islamico, il quale non prevede il pagamento di swap nelle ore notturne.

Per ottenere l’account professionale è dunque fondamentale depositare la somma minima richiesta, nonché rispettare la quantità e la qualità delle transazioni da compiere. Si tratta di un insieme di regole stabilite dall’ESMA e ritrovabili in un’apposita sezione all’interno del sito web di AvaTrade.

Per quanto riguarda le offerte proposte dalla piattaforma è bene stabilire i campi economici che rivestono, nonché le leve finanziarie che è possibile applicare ad ognuno di questi campi. I livelli mostrati di seguito si riferiscono però agli account di utenti retail, dunque variano a seconda della tipologia di account.

  • 1:2 per le criptovalute;
  • 1:5 per le azioni;
  • 1:10 per le materie prime e per gli indici secondari;
  • 1:20 per gli indici primari, per l’oro e per le coppie di valute secondarie;
  • 1:30 per le coppie di valute principali.

Piattaforme e strumenti proposti da AvaTrade

Dopo aver stabilito che AvaTrade è una piattaforma sicura ed autorizzata e dopo aver conosciuto gli account che offre, è bene affermare che le particolarità non cessano qui. A differenza di altri brokers, quello di AvaTrade non offre soltanto un software, bensì diverse piattaforme tra cui optare. Al di là dell’account scelto in precedenza è possibile utilizzare le seguenti piattaforme di trading:

  • webTrader;
  • MetaTrader 4 e MetaTrader 5;
  • una tipologia di software ottimizzata per Mac;
  • l’applicazione da smartphone e/o tablet;
  • software per la pratica del Copy Trading come DupliTrade e ZuluTrade.

Gli assets che Avatrade è in grado di offrire sono sotto forma di CFD. In ogni caso, indipendentemente dalla piattaforma che si decide di utilizzare, è possibile investire in tempo reale e scambiare azioni, indici, valute, criptovalute, materie prime, ETF. In più si può procedere all’acquisto o alla vendita di azioni Amazon o altri titoli americani, investire e fare trading su oro e petrolio e così via.

Sebbene il guadagno sia assicurato nella maggior parte dei casi, è possibile aumentare il profitto mediante l’impiego di leve finanziarie. Si tratta di strumenti che amplificano il guadagno pur avendo investito quantità di denaro non eccessivamente elevate.

Come iniziare con un conto Demo su AvaTrade

Nel momento in cui si accede alla piattaforma di AvaTrade è possibile decidere di utilizzare il conto Demo offerto dal sito. Si tratta di un ottimo metodo per iniziare a praticare trading se si è ancora inesperti e si desidera approfondire le proprie conoscenze in merito.

Il conto demo è completamente gratuito ed offre una somma in denaro virtuale che è possibile utilizzare per effettuare acquisti ed operazioni di qualunque tipo. Ciò implica ovviamente che le vincite siano fittizie, ma anche che non vi è il rischio di perdite relative al proprio portafoglio. Il vantaggio più grande risiede nel possedere le stesse caratteristiche, condizioni e funzionalità presente sul conto reale, tant’è che persino le quote ed i trend vengono aggiornati in tempo reale.

Per aprire un conto demo su AvaTrade è sufficiente iscriversi al sito, fornendo indirizzo e-mail e password, procedere alla relativa conferma tramite casella postale ed accedere al conto direttamente dalla schermata iniziale. Tuttavia per semplificare l’operazione vi è la possibilità di associare il proprio account Facebook o Google, così che l’accesso avvenga in maniera rapida e diretta.

È importante specificare che il conto demo di AvaTrade non ha una durata illimitata, bensì risulta essere valido solo per determinati giorni, solitamente inferiori ad un mese.

AvaTrade: qual è il deposito minimo?

Come accennato già precedentemente, se decidete di utilizzare il conto demo su AvaTrade non è richiesto alcun tipo di deposito, poiché il denaro offerto è virtuale. Per quanto riguarda l’account reale, invece, vi è la richiesta di un deposito minimo di €100, il cui versamento può essere effettuato tramite bonifico bancario o carta di credito.

Per poter versare i propri soldi sul conto reale è necessario registrarsi prima o quanto meno accedere al proprio account in caso di registrazione già avvenuta. Una volta effettuato l’accesso è sufficiente aprire il menu e selezionare la voce “Deposita” e successivamente quella “Alimenta” per depositare il denaro sul proprio conto.

Da questo punto in poi bisogna soltanto inserire la cifra che si desidera versare, i dettagli della carta di credito o del bonifico e confermare l’operazione. I soldi non sono immediatamente visualizzabili sull’account, poiché è possibile che il primo versamento richieda qualche ora per essere verificato ed approvato.

Come aprire e chiudere un ordine su AvaTrade

Per poter impostare un ordine di acquisto o di vendita sulla piattaforma AvaTrade è sufficiente selezionare lo strumento che più si preferisce dalla barra di ricerca, per poi scegliere l’asset desiderato ed attendere che appaia il grafico e le quotazioni in tempo reale. A questo punto è possibile scegliere di aprire una posizione di acquisto o di vendita, selezionando la prima con il tasto “Compra” e la seconda con il tasto “Vendi”.

Nella barra situata lateralmente è possibile modificare i vari parametri, come la quantità di denaro da investire, i livelli di stop loss e quelli di take profit e la portata della leva. Una volta terminato è possibile visualizzare l’investimento nel menu, selezionando la voce Posizioni. Accade diversamente nel caso degli ordini limite che possono essere visualizzati nella sezione Ordini, poiché in attesa.

Infine, accedendo alla sezione Cronologia, è possibile visualizzare gli ordini precedenti ed il relativo successo. Se desiderate annullare una posizione potete farlo nella sezione Posizioni, proseguendo alla vendita o al riacquisto della somma di denaro versata.

Supporto clienti con AvaTrade

Il servizio che una piattaforma è in grado di fornire ai propri clienti è un aspetto spesso sottovalutato, ma che risulta invece essere estremamente importante dal punto di vista professionale e tecnico. Il servizio clienti di AvaTrade è ben organizzato ed uno dei migliori del settore, tant’è che la piattaforma offre supporto in ben 15 lingue differenti, tra cui l’italiano. L’assistenza può avvenire sia in chat diretta sul sito, sia tramite e-mail.

Costi e commissioni di AvaTrade

Per concludere la nostra guida riguardo una delle piattaforme migliori, AvaTrade, è opportuno trattare dei costi e delle commissioni che la stessa propone agli utenti che decidono di utilizzarla. Come ripetuto già diverse volte, AvaTrade non prevede alcun tipo di commissione sui depositi, sui prelievi e sulle operazioni.

Tuttavia le cose cambiano nel caso in cui un utente decide di depositare, prelevare o effettuare operazioni mediante una banca, la quale prevede delle commissioni per conto proprio. Il broker consente di depositare e prelevare il denaro sul proprio conto in tre modi diversi:

  • con bonifico bancario;
  • con carta di credito o di debito;
  • con eWallets.

Vi è un piccolo appunto da fare: proprio come qualunque altro broker CFD, anche AvaTrade prevede un costo aggiuntivo (una sorta di tassa Overnight) per tutti gli utenti che lasciano le proprie operazioni aperte durante le ore notturne. L’importo da versare cambia a seconda di determinati criteri, come il tipo di operazione effettuato e la natura dello stesso.

Un’altra commissione eventuale potrebbe verificarsi nel caso in cui l’account di un utente resta inutilizzato per diversi mesi di seguito. Tale costo aggiuntivo è noto come tassa per inattività ed è giustificato dai costi che il sito sostiene per la manutenzione di un conto in realtà inutilizzato. In questo caso la somma è ben precisa e se l’account indebitato non dispone di denaro a sufficienza, vi è il provvedimento circa la chiusura dello stesso da parte di AvaTrade.

In linea conclusionale è possibile affermare che i costi e le commissioni relative all’utilizzo di questa piattaforma si verificano solo nei seguenti casi:

  • Spread Overnight;
  • Spread di negozazione;
  • Tassa di inattività;
  • Conversione di valuta;
  • Utilizzo di strumenti aggiuntivi come Avaprotect.

Spread ed asset

AvaTrade si differenzia dagli altri brokers anche per gli spread di cui è dotato, i quali sono caratterizzati da una natura variabile a seconda dello strumento e presentano delle quote generalmente più basse. Vediamone un esempio di seguito.

  • Cambio di valuta tra EUR/USD: 0,9 pip;
  • Bitcoin: 0,35% dell’investimento;
  • Azioni USA: 0,13% dell’investimento;
  • Oro: 0,34 pips.

Potrebbero interessarti