Piccoli accorgimenti per migliorare l’efficienza energetica

- Tempo di lettura 4 minuti -

Migliorare l’efficienza energetica di un immobile fa bene al portafoglio e all’ambiente.

Esiste un metodo per capire se si sta consumando più del previsto e consiste nel sommare il valore di tutti gli importi delle bollette di luce e gas di un anno e dividere il totale per i metri quadrati della casa.

Se il valore che emerge da questo calcolo è superiore a 17, vuol dire che si sta consumando più del dovuto.

In tal caso, occorre provvedere ad assumere una serie di comportamenti che portano benefici economici ed ecologici di grande valore, sia per noi che per l’ambiente.

LEGGI ANCHE>>COME RISPARMIARE SULLA SPESA, LA GUIDA COMPLETA

Come migliorare l’efficienza energetica di un immobile

Ridurre il consumo di risorse quali la corrente elettrica, il gas e l’acqua è un atto dovuto nei confronti dell’ambiente.

Attualmente sono in atto una serie di interventi governativi volti a raggiugere un obbiettivo molto importante: ridurre del 20% le emissioni di gas serra, incrementare al 20% l’uso di fonti rinnovabili e risparmiare il 20% totale di energia entro il 2020.

Siamo ben oltre questa data e le cose non sono ancora del tutto migliorate. Tuttavia, gli sforzi continuano attraverso incentivi e eco-bonus (come il Super bonus al 110%) per invogliare le persone ad effettuare interventi che gli permettano di migliorare l’efficienza energetica degli immobili.

In tal caso, però, si tratta di opere edilizie complesse che richiedono tempo e investimenti importanti.

Interventi veloci per migliorare l’efficienza energetica

Se non si può procedere con gli interventi edilizi, è possibile fare dei piccoli cambiamenti che riguardano sia le abitudini quotidiane sia l’acquisto di prodotti che aiutano a ridurre il consumo di risorse.

Per quanto concerne le abitudini occorre dire che ognuno di noi dovrebbe, nel suo piccolo, ricordare di:

  • Spegnere gli elettrodomestici che non si usano, compresa la lucina rossa dello stand by
  • Valorizzare al massimo la luce naturale che, tra le altre cose, riscalda anche la casa
  • Prestare attenzione alla classe energetica degli elettrodomestici al momento dell’acquisto
  • Sostituire le vecchie lampadine con quelle a LED
  • Installare valvole termostatiche ai termosifoni
  • Applicare pannelli dietro ai termosifoni
  • Installare un termostato programmabile
  • Optare per faretti ad energia solare per l’esterno/giardino
  • Usare i paraspifferi

LEGGI ANCHE>>MIGLIORARE L’EFFICIENZA ENERGETICA DELLA PROPRIA CASA

Sostituire le vecchie lampadine con quelle a LED per migliorare l’efficienza energetica

Le lampadine a LED sono dei componenti elettronici che al passaggio di una minima quantità di corrente emettono una luce priva di raggi infrarossi e ultravioletti.

L’illuminazione LED è un grande passo in avanti per il risparmio energetico e l’utilizzo sostenibile di prodotti di uso quotidiano.

Per una lampadina a LED con il classico attacco E27 la potenza necessaria è compresa tra i 13 e 15 Watt.

Questo componente elettronico, oltre ad offrire un immediato risparmio dei consumi, è anche più longevo delle vecchie lampadine fluorescenti o a filamento. Non a caso queste conservano il 70% dell’emissione luminosa anche dopo 50 mila ore di utilizzo.

Applicare dei frangi-getto sui rubinetti di casa

Oggi giorno, la maggior parte dei nuovi rubinetti sono dotati di un piccolo dispositivo conosciuto come frangi getto. Si tratta di uno strumento che riduce il getto d’acqua di un rubinetto senza comprometterne la resa.

Il suo scopo è quello di incanalare il getto d’acqua attraverso una serie di lamelle che vengono disposte a raggiera. In questo modo, il flusso esce in modo ordinato, minimizzando il consumo di acqua.

Installare le valvole termostatiche ai termosifoni per migliorare l’efficienza energetica

Le valvole termostatiche sono dei dispositivi che di applicano ai termosifoni. Esse svolgono la funzione di regolatori del flusso di acqua calda all’interno del calorifero.

In sostanza, questo piccolo alleato del risparmio, apre e chiude la valvola al raggiungimento della temperatura impostata.

In commercio esistono due tipi di valvola termostatica: manuale e digitale. La prima ha un costo contenuto e deve essere impostata da vicino.

La seconda ha un costo superiore, ma può essere utilizzata da remoto tramite App sullo smartphone. In questo modo, sarà possibile regolare la temperatura dell’appartamento anche quando si è fuori casa, evitando inutili sprechi.

Installare un termostato programmabile

Il termostato è uno strumento elettronico che permette di programmare l’accensione e lo spegnimento del riscaldamento. Grazie a questo alleato del risparmio, è possibile stabilire la fascia oraria in cui l’impianto deve azionarsi, fissando con certezza l’ora di accensione e quello di spegnimento.

Inoltre, grazie al termostato, è possibile stabilire a quale temperatura l’impianto deve attivarsi e spegnersi.

Si tratta di un metodo molto comodo, grazie al quale si evitano inutili sprechi di energia e risorse. Molti di questi dispositivi possono essere regolati da remoto, tramite smartphone, o sono compatibili con Google Home o Alexa.

Applicare dei pannelli dietro ai termosifoni e migliora l’efficienza energetica

I pannelli termoriflettenti per calorifero sono il classico esempio di come con una piccola spesa si possa ottenere un’ottima resa.

Questo prodotto si trova in commercio sotto forma di rotoli realizzati in polietilene e ovatta termo fuse su fogli di alluminio. Si tratta di fogli molto sottili, che possono essere facilmente applicati dietro i termosifoni per aumentarne l’efficienza.

Così facendo, si può raggiungere un buon livello di benessere termico riducendo notevolmente i consumi.

Per inserire i pannelli termoriflettenti dietro i caloriferi non è necessario richiede l’aiuto di un tecnico. L’operazione è davvero semplice e può essere eseguita da chiunque.

REFLEX PANNELLO TERMO RIFLETTENTE PER CALORIFERO ROTOLO DA 100 X 70 CM
REFLEX PANNELLO TERMO RIFLETTENTE PER CALORIFERO ROTOLO DA 100 X 70 CM
PANNELLO TERMORIFLETTENTE per CALORIFERI in POLIETILENE con FILM in ALLUMINIO; Rotolo da 70 cm x 100 cm
11,50 EUR

Scegliere faretti ad energia solare per l’esterno

Per illuminare le aree esterne alla propria abitazione, come terrazzi, cortili o giardini, è possibile sfruttare l’energia solare.

I faretti da esterno sono disponibili di diverse dimensioni e forme, per adattarsi alle esigenze di ogni persona. Questi strumenti sono dotati di pannello fotovoltaico, generalmente separato dal faretto, che, se esposto ai raggi solari, ricarica la batteria interna.

Si tratta di un ottimo metodo “green” per illuminare le aree esterne evitando di usare l’energia elettrica.

LEGGI ANCHE>>5 COSE CHE NON DEVONO MANCARE IN GIARDINO

Utilizzare i paraspifferi

Nel caso in cui non sia possibile installare finestre che consentono un miglioramento dell’efficienza energetica di un immobile, si può usare un vecchio rimedio: il paraspiffero.

Si tratta di barriere che vanno inserite nella parte bassa di porte e finestre, impedendo all’aria fredda di entrare. In questo modo, si contribuisce a mantenere la casa più calda, risparmiando sul consumo relativo al riscaldamento.

Ultimo aggiornamento 2022-09-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API