Attrezzi Bricolage

Crimpatrice, pinza per capicorda e puntalini

La crimpatura è un’operazione che consiste nel connettere fisicamente ed elettricamente un cavo all’apposito connettore mediante l’utilizzo di un attrezzo specifico: la pinza crimpatrice. Il cavo rimane bloccato sul connettore a causa della pressione esercitata dalla pinza e, dopo la procedura di crimpatura, risulta impossibile scollegare il filo per qualsiasi ragione senza danneggiarlo.

La pinza crimpatrice è un attrezzo indispensabile per un elettricista e per la pratica dei fai-da-te. Il suo utilizzo non può essere sostituito facilmente con un qualsiasi altro dispositivo ed è per questo che il suo acquisto risulta essere fondamentale.

In questo articolo andremo ad analizzare le caratteristiche del prodotto e vi consiglieremo quelli migliori presenti su internet.

Cos’è ed a cosa serve

La pinza crimpatrice è utile a crimpare – e dunque connettere – un cavo elettrico ad un apposito connettore, in modo tale da garantire un contatto elettrico simile a quello ottenuto tramite la saldatura. La procedura avviene tramite schiacciamento meccanico che consente la pressione esercitata sul connettore.

La fusione che avviene sul cavo è possibile grazie alla deformazione che la pinza esercita sullo stesso. Questo strumento è del tutto versatile ed è utilizzato anche nell’ambito della gioielleria per saldare e fissare le estremità delle collane e/o di altri gioielli in generale.

Come utilizzarla

Utilizzare la pinza crimpatrice è alquanto semplice ma bisogna comunque prestare attenzione ai passaggi da eseguire al fine di evitare l’insorgere di problematiche e rovinare i cavi che si desidera connettere. Di seguito vi elenchiamo alcuni punti guida da seguire per utilizzare al meglio l’attrezzo.

  1. In primis bisogna scegliere il giusto terminale, ovvero l’estremità leggermente voluminosa, realizzata solitamente in plastica che si trova in un comune cavo elettrico ed è situata prima del connettore.
  2. Scorticare l’isolamento del cavo, cercando di esporlo per una lunghezza massima pari a quella del terminale.
  3. Torcere i cavi aiutandosi con le dita, in tal modo sarà possibile eseguire una crimpatura più precisa e resistente e si faciliterà l’inserimento nel terminale.
  4. In alcuni modelli di pinza è possibile trovare dei nidi colorati per contrassegnare l’entrata dei connettori. Inserire dunque il terminale nel nido corretto.
  5. Stringere con molta forza la pinza in quel punto al fine di ottenere una crimpatura ben salda ed un fusibile resistente e longevo.

Quale crimpatrice comprare online

Per acquistare una pinza crimpatrice bisogna recarsi in una ferramenta oppure acquistarne una online, magari scegliendola tra quelle che vi mostriamo, ossia le più vendute e recensite online.

N. 1 Più Venduto
VCELINK GJ707 Crimpatrice Capicorda Professionale, Pinza Crimpatrice per Terminali Isolati e Non Isolati Boccole da 0,50-6,00 mm², Blu
  • Pinza crimpatrice di alta qualità: Questa crimpatrice per terminali è realizzata in acciaio ad alto tenore di carbonio, nessuna deformazione, nessuna flessione, la maniglia in PP è resistente all'olio e confortevole da usare e le mascelle dopo aver temprato il trattamento nero, possono resistere all'usura e antiossidanti.
  • Crimpatura precisa: È possibile scegliere la giusta fessura e la tensione preimpostata per una crimpatura precisa. I fori dei terminali sono adatti per cavi di diametro 0,5 mm² - 1,0 mm² (rosso), 1,5 mm² - 2,5 mm² (blu) e 4,0 mm² - 6,0 mm² (giallo).
N. 2 Più Venduto
Preciva CP621200 Pinza Crimpatrice Capicorda,terminale Isolato 0.25-10 mm² con 1200 piezzi Connettore del Cavo
  • ♚BUON COMODO DESIGN: Wire ghiera Crimp Tool Crimp riprogettato è un attrezzo per puntali. Essa offre alti Crimp forze con bassa mano forza di presa, che provoca meno fatica, se viene utilizzata ripetutamente
  • ♚PERFETTA CRIMPATRICE ATTREZZI: Scatti Crimp ganasce notifica garantiti esatta Crimp Profile, per facili da usare in spazi ristretti. Forma quadrata Crimp garantiscono una ottimale superficie di contatto SERIE16
N. 3 Più Venduto
Tempo di Saldi HT315 - Pinza Crimpatrice Plug RJ11 RJ12 RJ45 4 6 8 Poli Per Cavo Di Rete Ethernet Lan
  • Crimpatura : 8P (12 mm) / 6P (6 mm) / 4P (4 mm).
  • Dimensioni: circa 19,5 x 11 x 1,5 cm
OffertaN. 4 Più Venduto
SGILE Strumenti Kit di Rete Professionali, Pinza Crimpatrice rj45, Manutenzione del Computer Kit LAN Tester del Cavo 9 in 2 Strumenti di Riparazione
  • Portabile: 9-in-1 strumento per la menutenzione di rete di computer e il tester di network, picolla misura, strumenti completi.
  • Durevole: Metallo duro e plastica ABC, i quali sono certificati il materile durevole.
N. 5 Più Venduto
Pinza Crimpatrice Esagonale,Preciva autoregolante a cricchetto Wire Esagonale Pinza per terminali,utilizzato per 0,25-6,0mm²/AWG 23-10 estremità del cavo Manicotti con 1900 Pcs Connettore del Cavo
  • ♚AGGIORNAMENTO:Preciva pinze a crimpare a sei lati sono aggiornamenti per Preciva pinze a crimpare a quattro lati per rendere la crimpatura più solida
  • ♚CONNETTORI A CRIMPARE 1900PZ:1900pz da 0,25 a 6mm² capicorda per conduttori per cricchetto a risparmio di manodopera per capicorda isolati e non isolati,soddisfare tutte le esigenze
OffertaN. 6 Più Venduto
Preciva CT480300 Pinze Crimpatrice terminali elettrici con 300 unità e Cavo connettore 0.5-1.5 mm²
  • Preciva Crimpatrice per Crimpaggio da 0,5 a 1,5 mm2 capicorda non isolati + 150 manicotti piatti maschio e 150 manicotti piatti femmina
  • Grazie alla funzione a cricchetto, i manicotti piatti sono estremamente facili da applicare e sono perfettamente bloccati.
OffertaN. 7 Più Venduto
WEWILL Pinza Crimpatrice e Pinze Spelafili Set Multifunzione con Capicorda Kit (0.25-10 mm²) e Pinza Spelafili per Spelatura/Taglio/Crimpatura (0.2-6 mm²) con 1200Pcs Wire Crimp Terminale
  • 【🛠Set di strumenti di spellatura e crimpatura🛠】:WEWILL  pinza crimpatrice kit include: una pinza per crimpatura autoregolante professionale viene utilizzata per la crimpatura (0.25 - 10mm²) e Spelafili per spelare il cavo (0.2-6 mm²). Inoltre, pinza crimpatrice set di pinze dispone di 1200(0.5-10 mm) connettori terminali che è in grado di soddisfare la maggior parte delle attività di spelatura e crimpatura
  • 【🛠Materiale ad Alta Qualità🛠】:WEWILL set di pinze di crimpatura è resistente come la durezza del resistore HRC55, uso a lungo termine, non facile da indossare o arrugginire. La lama dello spelafili è affilata e resistente all'usura,rende facile il taglio e la spelatura,L'uso a lungo termine non si consumerà né opacizzerà, l'impugnatura in plastica rende la presa più confortevole
N. 8 Più Venduto
Crimpatrice Pinza Set Preciva Crimpatrice Capicorda con 700 pcs 0.5-6 mm Connettore del Cavo per crimpare a fine cavo
  • Preciva Pinza a crimpare con 700 diversi capicorda isolati per l'aggraffatura di capicorda isolati
  • 27 tipi di capicorda con capicorda ad anello, connettori circolari, prese circolari, connettori piatti, connettori di testa e portalama. I capicorda più comuni per quasi tutti i progetti di cablaggio elettrico.
N. 9 Più Venduto
Wirefy Pinze Crimpatrici per Connettori Elettrici Isolati - Attrezzo Crimpare - Strumento Crimpatura Capicorda
  • PINZE CRIMPATRICI PROFESSIONALI - Queste pinze crimpatrici manuali hanno un meccanismo a cricchetto e matrici di grado professionali per crimpature solide. Perfette per connettori elettrici in nylon isolati.
  • MECCANISMO A CRICCHETTO PRECISO - I connettori vengono crimpati premendo sul manico a fondo fino al rilascio automatico. La funzione a cricchetto permette di posizionare correttamente connettore e cavo.
N. 10 Più Venduto
Fontic Pinza Crimpatrice con 5 inserti diversi matrici, pinza di piegatura + cacciavite
  • FSK A30J: Per terminali isolati 0,5-6 mm², FSK A03BC: Per non isolati 0,5-6 mm², FSK A26TW: Per terminali isolatiused e non isolati cavo 2x0,5-6 mm², FSK A10: Per non isolati 1,5-6 mm², FSK A35WF: Per estremità del cavo non isolati.
  • Pinze con funzione di rilascio e comode maniglie per il lavoro confortevole

Quale pinza crimpatrice scegliere: tipologie

Prima di procedere all’acquisto è necessario conoscere le diverse tipologie di crimpatrici che si differenziano a seconda del cavo e dei terminali con cui l’attrezzo dovrà lavorare, in base al loro funzionamento ed al meccanismo di azione. A grandi linee possiamo dividere le pinze in quattro grandi categorie principali: pinze manuali, pinze meccaniche, pinze a batteria e pinze idrauliche.

Di seguito vi elenchiamo le tipologie principali di pinze e l’utilizzo di ognuna.

  • Pinza crimpatrice per terminali: si tratta della tipologia più comune utilizzata nell’ambito dell’industria automobilistica ed è utilizzata per cavi conduttori di corrente elettrica.
  • Pinza crimpatrice per cavi elettronici: è una categoria indicata per la crimpatura di circuiti e piastre elettroniche come Arduino, Protoboard e Raspberry Pi.
  • Pinza crimpatrice mutifunzione: si tratta di pinze utilizzate oltre che per crimpare anche per spelare e tagliare cavi. Presentano morse intercambiabili e diversi tipi di fori per l’introduzione dei cavi.
  • Pinza crimpatrice HDMI: come si evince dal nome, questa tipologia è utilizzata per i cavi HDMI di immagini ed audio ad alta definizione. È possibile utilizzarla sia per i tipi A standard che per quelli B mini e C micro.
  • Pinza crimpatrice BNC: questa categoria è utilizzata per cavi di antenne TV, TDT o paraboliche e per telecomunicazione e WiFi.
  • Pinza crimpatrice J45/RJ11: si tratta di una tipologia che prende il nome dai due cavi per cui è indicata, quello ethernet (J45) e quello telefonico (RJ11).

Quale pinza scegliere: criteri di acquisto

Al fine di procedere alla scelta più adeguata della pinza crimpatrice è importante conoscerne i criteri di acquisto. Si tratta di caratteristiche e funzioni peculiari di cui questo prodotto dispone. Vediamo di seguito di quali si tratta ed in che modo determinano la scelta della pinza.

  • Tipologia di lavoro: a seconda dell’intensità di lavoro che dovrai eseguire dovrai optare per la scelta del modello idoneo di pinza crimpatrice. La tipologia manuale è, per esempio, indicata per un tipo di lavoro non impegnativo, solitamente impiegato nella pratica del bricolage. Va anche ricordato che a seconda della fascia di prezzo la pinza può essere più o meno durevole e dunque essere indicata o non per determinate tipologie di lavoro.
  • Tipologia di terminale: la scelta della pinza è relativa anche al tipo di terminale da utilizzare, dato che ognuno di essi presenta un profilo di crimpatura differente e richiede un determinato dado. È possibile dunque acquistare un tipo di pinza a seconda del terminale, oppure individuarlo ad occhio se si è esperti e si lavora nell’ambito da tempo.
  • Calibro del cavo: a seconda della tipologia di calibro che la pinza riesce a supportare, l’attrezzo presenterà dimensioni e volumi differenti. La misurazione del calibro avviene tramite l’unita americana AWG.
  • Tipologia di cavo: la pinza crimpatrice non è un tipo di attrezzo universale, dunque bisogna acquistare quella indicata a seconda del tipo di cavo che si andrà a crimpare.
  • Qualità: si tratta di una caratteristica fondamentale in quanto la qualità della pinza determina il tipo di potenza della crimpatura. Se quest’ultima dovesse risultare troppo allentata potrebbe provocare eventuali danni.
  • Extra: in commercio è possibile reperire alcuni kit di crimpatura che, oltre alla pinza, comprendono l’integrazione di vari accessori come numerosi terminali di diverse dimensioni o morse intercambiambili.

Differenza tra crimpatura e saldatura

È comunemente diffuso chiedersi quale sia l’effettivo vantaggio della crimpatura se attualmente è più praticato l’uso della saldatura. Va innanzitutto specificato che la crimpatura risulta essere più pratica, comoda e veloce per i neofiti. Tuttavia abbiamo deciso di elencarvi di seguito i principali vantaggi e svantaggi di entrambe le operazioni.

Crimpatura: vantaggi

Vediamo di seguito quali sono i principali vantaggi che questa tecnica offre.

  • Riduce il tempo di installazione.
  • Risulta essere più efficace per quanto riguarda le connessioni se effettuate nel modo corretto ed opportuno.
  • È capace di deformare il metallo oltre il limite elastico senza strafare, in tal modo sarà possibile il mantenimento di una connessione salda anche in caso di vibrazioni e cicli termici.
  • Può essere utilizzata su conduttori solidi e/o intrecciati poiché è in grado di offrire un’ottima connessione meccanica ed elettrica.

Crimpatura: svantaggi

Vediamo di seguito quali sono i principali svantaggi che la crimpatura offre.

  • Se non si inserisce correttamente il cavo all’interno del connettore è probabile che ne risentano sia la continuità che la qualità del segnale.
  • I cavi connessi tramite crimpatura non possono essere scollegati e successivamente riconnessi, ma bisogna procedere alla sostituzione degli stessi.
  • Non utilizzare le giuste matrici potrebbe compromettere la connessione e causare eventuali guasti.
  • Se si dovessero presentare condizioni di flessione frequente potrebbe capitare che il cavo si sposti e dunque si allenti.

Saldatura: vantaggi

Analizziamo quali sono i vantaggi che l’uso della saldatura comporta.

  • Gli attrezzi utilizzati per la saldatura sono semplici ed intuitivi.
  • In casi in cui non si esegue alla perfezione la tecnica si otterranno comunque dei buoni risultati e vi è dunque maggiore tolleranza riguardo la probabilità dell’insorgere di problematiche tecniche.

Saldatura: svantaggi

Analizziamo di seguito quali sono gli svantaggi che l’uso della saldatura comporta.

  • Se il connettore di contatto non viene saldato correttamente al cavo potrebbe causare delle problematiche.
  • Le vibrazioni continue a cui potrebbero essere sottoposti i cavi saldati hanno la probabilità di causare crepe a causa dell’indurimento.
  • Se saldate male, le connessioni potrebbero risultare poco resistenti e di conseguenza cedere in caso di tensioni meccaniche e/o aumenti di temperatura.
  • Bisogna regolare il calore prodotto durante il processo di saldatura al fine di evitare che il cavo ne assorba in maniera eccessiva e che dunque la punta calda possa distorcere il cavo.
  • Si tratta di una pratica più lenta che richiede di tempo maggiore per essere effettuata.

Potrebbero interessarti