Karin Ann – Il nuovo singolo “Looking at porn”

Karin Ann – Il nuovo singolo “Looking at porn”

Karin Ann – Il nuovo singolo “Looking at porn”

560 560 people viewed this event.

Il nuovo singolo di Karin Ann sarà un successo: come raccontare l’odio in rete con leggerezza

Karin Ann ha ottenuto un successo semplicemente strepitoso con il singolo “We’re friends, right?” uscito nel mese di dicembre, singolo che ha ottenuto quasi 800mila stream su Spotify. Il singolo trattava di un tema di grande attualità, la tossicità dell’amore, un tema che oggi sembra essere molto importante anche per i giovanissimi. A differenza di ciò che accadeva un tempo, anche i più giovani infatti sperimentano un amore di questo genere, da cui è assolutamente necessario uscire nonostante non sia semplice, nonostante l’innamoramento non sia affatto passato.

Il fatto che Karin Ann abbia deciso di parlare di un tema così attuale non deve di certo essere considerata come una novità. Da sempre Karin è infatti molto attiva dal punto di vista sociale. Con le sue canzoni, così come con le sue interviste e le sue presenze in televisione, cerca di far valere i diritti umani, in modo particolare i diritti delle minoranze e della comunità LGBT di cui lei stessa è parte. Cerca di far scoprire l’importanza della salute mentale, dell’amore sano, della vita. Anche con il nuovo singolo Karin Ann vuole parlare di un tema attuale. Si tratta del singolo “Looking at porn” in uscita il 25 febbraio che avrà come tema l’odio in rete.

Looking at porn, il nuovo singolo di Karin Ann

Il nuovo singolo “Looking at porn” tratta dell’odio in rete in modo leggero e divertente, facendo scendere in campo elementi satirici. In questo modo Karin riesce a raggiungere un obiettivo a cui altri prima di lei hanno provato ad arrivare con poco successo, l’obiettivo di ridicolizzare il fenomeno dell’odio sui social e coloro che scelgono di utilizzarlo.

La satira di Karin Ann è rivolta ad ogni forma di odio in rete, ma soprattutto a quell’odio che nasce dai conflitti generazionali. Sì, perché sono molti i ragazzi e la ragazzine che vengono prese di mira da persone molto più grandi di loro. È un fenomeno che Karin riesce a raccontare alla perfezione perché lei stessa si è trovata a vivere una situazione di questa tipologia. Anche a lei, specie da quando è diventata una cantante di grande fama, sono arrivati infatti sui social non pochi messaggi di odio.

Il nuovo singolo è stato possibile anche grazie alla collaborazione del produttore Matt Schwartz, che ha lavorato insieme a Karin sia sul testo che sulla musica di accompagnandoti. Karin si è detta molto felice di questa collaborazione, perché Matt è un grande songwirter, certo, ma anche perché riesce ad aiutare gli artisti a trovare il loro personale metodo espressivo e a portare alla luce ogni sfaccettatura della loro personalità. Doveroso ricordare che il brano vede anche un’altra importante collaborazione, in questo caso per quanto riguarda il video. Stiamo parlando di Simone Peluso, direttore artistico che ha diretto anche Maneskin, Fedex e altri importanti nomi del nostro panorama musicale.

[su_heading size=”7″ margin=”0″][/su_heading]

Karin ann, qualche cenno sull’artista

 

Per chi non la conoscesse, è bene sottolineare anche Karin ha appena 19 anni. Il New York Times ne ha parlato come della portavoce della Generazione Z, specie per i giovani che vivono nei paesi dell’Est Europa. Ha vinto la categoria “Scoperta dell’anno” allo Zebrik Awards a Praga nonché nel maggio 2021 il “Munich Music Video Awards”. Si è esibita in molti show televisivi, che le hanno permesso di dimostrare il suo talento, certo, ma anche di far capire quli siano tutti i messaggi che vuole inviare al mondo. È stata anche la prima slovacca in assoluto ad apparire sul Billboard a Times Square a New York City, un bel primato per una giovane promessa del mondo della musica!

Karin ann 12 Karin Ann 02

Per iscriverti all'evento visita il seguente URL:

 

Data e ora

-
 

Location

 

Tipologie di evento

 

Categoria dell'evento

Share With Friends