Viaggi

Il tuo viaggio a Roma low-cost e senza stress

Se hai già prenotato per Roma o se ci stai pensando, con questa guida ti aiuteremo a programmare una vacanza indimenticabile, a un prezzo contenuto e senza troppe preoccupazioni. Cominciamo!

Gli appartamenti o gli hotel?

La prima cosa che viene da chiedersi se ci si reca a Roma in vacanza è: dove dormo? Per strada non è un’alternativa dunque vi suggeriamo di cercare gli hotel ma farlo con accortenza. Essere oculati è il minimo per non ricevere un trattamento sfavorevole: Roma è cara e gli hotel anche. Cercare per fasce di prezzo può essere un’ottima idea, soprattutto per chi non sia proprio avvezzo all’idea di condividere l’appartamento con qualcun altro che non sia un amico o un familiare.

Se non lo hai usato ancora, prova Airbnb per offerte ancora più vantaggiose.

Non hai fretta? Un bus è la soluzione più economica

Roma ha un sistema di metropolitane e autobus piuttosto capillare. Non è assolutamente necessario visitarla con l’automobile. Al contrario, oltre ad essere molto dispendioso, trovare parcheggi nel centro di Roma è un’impresa titanica. Quindi, sia per spostarvi nella città che per recarvici, il bus è una buona idea.

Di certo viaggiare in Bus non è adatto a tutti e sicuramente è la soluzione più lenta di tutte. Non sorprende infatti che molti viaggi partano di notte per arrivare la mattina presto a destinazione. Un viaggio da Milano a Roma in bus può richiedere anche 10 ore, mentre ne servono solo poco più di 3 su un treno ad alta velocità.

Vieni da molto lontano? Non lasciare che l’aereo ti spaventi

Tutti gli aeroporti italiani prevedono una tratta verso Roma e molte tratte sono coperte da compagnie low-cost come Ryanair, per cui ci sono buone possibilità di trovare un prezzo simile se non più economico del treno, con un viaggio ancora più rapido.

Purtroppo non è possibile definire delle regole per trovare i voli più economici: il prezzo dipende principalmente dalla richiesta. Per trovare un volo, non andare direttamente sul sito della compagnia, ma usa un comparatore come Kayak o Skyscanner.

Prendi subito un Roma Pass se vuoi visitare i luoghi più caratteristici

Il Roma Pass è una carta per turisti ed è disponibile in diverse versioni.

Roma Pass è affiliato con oltre 50 monumenti, alcuni quali si possono visitare gratuitamente oppure, per tutti gli altri, si può ricevere uno sconto.

La carta inoltre include spostamenti illimitati su tutta la rete dei trasporti romani: metro, bus e tram, ad esclusione dei trasporti da e per l’aeroporto.

Un’ultimo vantaggio da non sottovalutare è che Roma Pass ti fa saltare la fila! Se vuoi visitare il Colosseo, l’alternativa è una fila di diverse ore.

Nota bene: la carta non è valida per visitare i Musei Vaticani o la Basilica di San Pietro (che è comunque gratuita, ma non potrai saltare la fila).

Come stabilisco se mi conviene?

Dipende tutto da cosa hai intenzione di visitare. In genere con i pass più sostanziosi avrai più opportunità di risparmio. Ad esempio, visitare il Colosseo costa e la Galleria Borghese costerà un bel po’, meno se si usufruirà degli sconti del Roma Pass. Se aggiungi il costo di un biglietto di 3 giorni per i trasporti pubblici il prezzo lieviterà ancora e non potrai far altro che accettare il fatto che il Roma Pass rappresenti davvero un risparmio per i turisti.

Più cose vorrai visitare, tanto maggiore sarà il risparmio. Tieni a mente che la zona archeologica di Roma è così densa di storia che può essere vantaggioso visitarla a piedi anziché usando i trasporti, per cui potresti non usufruire dei mezzi pubblici (ovviamente la posizione dell’alloggio sarà un fattore da considerare).

Puoi procurarti un Roma Pass online o presso vari sportelli turistici e nelle stazioni della metropolitana.

Turismo a Roma gratis: posti da visitare senza pagare

Visitando Roma puoi spendere centinaia di euro senza troppa fatica per le sue attrazioni. Ma ci sono davvero tanti posti che puoi visitare che sono completamente gratuiti:

  • chiese e quadri. Roma è la città col maggior numero di Chiese al mondo, e probabilmente non sei per nulla sorpreso nel saperlo. Ma ognuna di queste Chiese conserva una piccola collezione dipinti unici che si possono osservare senza alcun biglietto d’ingresso. Ad esempio se sei interessato alle opere del Caravaggio, visita San Luigi dei Francesi, Sant’Agostino e Santa Maria del Popolo;
  • il Pantheon. Con la sua immensa e straordinaria cupola, questo è uno dei monumenti più caratteristici della città, ed è gratuito;
  • lancia una moneta nella Fontana di Trevi. Ricorda di esprimere un desiderio;
  • la Basilica di San Pietro. La coda potrebbe essere scoraggiante, ma l’accesso alla Basilica di San Pietro e alla cripta del Vaticano è gratuita. A volte la coda fa uno o più giri completi della piazza, ma non farti ingannare dalle apparenze, garantisco che scorre molto rapidamente. Ricorda di rispettare il codice d’abbigliamento;
  • una udienza papale. Sempre in tema di Vaticano, ogni mercoledì, il Papa tiene una pubblica udienza in Piazza San Pietro. La prenotazione è necessaria, ma gratuita, e si svolge il giorno precedente dalle 3 del pomeriggio alle 7;
  • concerti e cinema all’aperto. Se andrai a Roma tra Giugno e Settembre, ricordati dell’Estate Romana, un programma di concerti, cinema, teatro e danza all’aperto. Molti eventi si svolgono gratuitamente nei parchi;
  • passeggia per la città. Per quanto la città sia piuttosto grande, il Centro Storico è percorribile a piedi senza troppi sforzi. Ad ogni angolo sarai sorpreso da un pezzo di storia che ti passa affianco.

La prima domenica del mese è speciale

Come in tante altre città d’Italia, i musei ed i monumenti di proprietà dello Stato sono gratuiti la prima domenica del mese.

In questa lista sono inclusi il Colosseo, le Terme di Caracalla, la Galleria Borghese, il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo. Se avete preso un Roma Pass, potrete usarlo per saltare la fila.

La stessa offerta si applica ai Musei Vaticani, l’ultima domenica del mese. State pronti però, perché in queste giornate la fila potrebbe essere davvero troppo lunga, più di quanto abbiamo descritto prima.