Casa e Giardino

Come scegliere la valigetta degli attrezzi per proteggere i propri utensili

La scelta di una valigetta degli attrezzi è molto importante per proteggere ed organizzare nel migliore dei modi gli utensili da lavoro. Si tratta di un passaggio essenziale sia per il personale tecnico specializzato che svolge dei lavori di collaudo, manutenzione, riparazione e che per questo ha la necessità di avere sempre a disposizione i suoi strumenti da lavoro. Una buona e ben organizzata valigetta degli attrezzi è però indispensabile anche per gli amanti del “fai da te” che possono così facilmente trovare tutti gli utensili al momento in cui ne hanno bisogno.

Ovviamente quello che può variare leggermente è la composizione interna della valigetta, scegliendo un modello molto spazio o optando per uno più piccolo e la tipologia di attrezzi ospitati. Questi varieranno sempre in funzione delle mansioni che l’utilizzatore dovrà svolgere più di frequente, anche se ovviamente vi sono dei classici utensili sempre necessari che sono solitamente comuni a tutte le valigette per gli attrezzi.

Di conseguenza è quindi possibile stabilire due regole generali sempre valide: l’utilizzatore deve selezionare una valigetta che sia adatta alle proprie esigenze e deve poi scegliere bene gli utensili che desidera riporvi all’interno.

Criteri di scelta di una valigetta per gli attrezzi

Prima di tutto una valigetta per gli attrezzi deve essere di buona fattura. Al riguardo un aiuto fondamentale arriva dal portale di Rs Components che rappresenta un punto di riferimento nella ricerca di strumenti di alta qualità con un ottimo rapporto qualità prezzo. È infatti possibile acquistare una valigetta degli attrezzi su questo sito che ne offre di diversi modelli, pensati per soddisfare le necessità di ciascun utente.

Nello specifico la scheda tecnica del prodotto permette di vedere l’immagine della valigetta, conoscerne le dimensioni esatte, valutare la presenza di optional, determinare se presenta i giusti spazi e una chiusura con lucchetto. Inoltre quando sono ben realizzate queste schede contengono anche informazioni aggiuntive molto utili, come ad esempio la stima del loro peso una volta riempite, il colore e la tipologia di vassoio (fisso o rimovibile).

Tra gli optional aggiuntivi che potrebbero risultare utili vi sono sicuramente la presenza di due ruote che permettono di trasportare più facilmente la valigetta, anche quando vi vengono collocati utensili molto pesanti. La valutazione degli spazi interni di una valigetta deve essere invece operata pensando alla quantità di attrezzi che dovrà contenere. Per gli utensili molto piccoli, come viti, bulloni o chiodi sono fondamentali i vassoi e gli organizer interni che permettono di trovare immediatamente anche gli oggetti molto piccoli.

Utilizzo e riempimento

In base alla loro conformazione, alcune valigette sono perfette per essere stoccate all’interno di un garage, di una cantina o di un’officina. Come avviene di solito nel caso degli hobbisti che praticano molti lavori di “fai da te e bricolage” e che non hanno la necessità di trasportare spesso la loro valigetta. Altri casi invece, come nell’utilizzo per conto di un manutentore, prevedono che la valigetta venga continuamente trasportata da un luogo ad un altro.

In questo caso è molto importante scegliere un modello non troppo grande, per evitare che possa avere un peso eccessivo, oppure selezionarne uno con ruote. La valigetta con gli utensili da lavoro dovrebbe rappresentare sempre il perfetto punto di incontro tra la comodità nel trasporto e tra la possibilità di disporre della giusta quantità di strumenti.

La scelta della giusta valigetta incide poi anche sulla possibilità di collocare al suo interno anche tutti gli attrezzi necessari per una determinata persone. Tra gli utensili più frequenti che non dovrebbero mai mancare all’interno di una valigetta per gli attrezzi vi sono sicuramente:

  • Chiavi a brugola, a bussola e a tubo.
  • Uno o più martelli.
  • Cacciaviti di diverse taglie e forme.
  • Pinze e tronchesine.
  • Un metro.
  • Viti, bulloni e chiodi.
  • Altri attrezzi specifici in base all’ambito.

In conclusione è quindi possibile scegliere una buona valigetta per gli attrezzi grazie ai portali di riferimento del settore, andando poi a riempirla con i giusti strumenti in base alle circostanze dell’utilizzatore ed evitando strumenti che non verrebbero utilizzati, in modo da ridurne il più possibile il peso.

Potrebbero interessarti