Attrezzi Bricolage

Scalpello, il migliore attrezzo per intagliare il legno

Tra gli immancabili strumenti che un artigiano o un falegname deve possedere vi è lo scalpello, un attrezzo utilizzato per l’asportazione di parti di materiale, solitamente legnoso, in forma di schegge. Si tratta dell’utensile più diffuso per i professionisti dell’intaglio manuale.

Tuttavia, sebbene il suo uso sia prettamente diffuso in ambito della falegnameria, lo scalpello viene utilizzato anche in ambito della meccanica e della carpenteria, differendo dai classici per grandezza, forma e prezzo.

In questo articolo ci soffermeremo su quelli utilizzati nella falegnameria e vi elencheremo le varie tipologie, indicando le caratteristiche di ognuna, al fine di indirizzarvi all’acquisto dello scalpello più idoneo alle vostre esigenze.

Cos’è ed a cosa serve

Lo scalpello è un utensile che ha la funzione di intagliare il legno, realizzare incastri, scavare mortase o scanalature e spianare porzioni di superfici in rilievo. La sua struttura fisica si presenta in questo modo: l’impugnatura è realizzata con un manico di legno o altri materiali, alla cui estremità è presente una barra di acciaio la cui punta termina con una lama, chiamata anche tagliente.

Un attrezzo longevo presenterà una barra più dura e resistente che però risulta essere complicata da utilizzare durante la lavorazione. Importante è allora valutare l’angolo dello smusso, maggiore è la sua ampiezza di conseguenza più semplice sarà il taglio e maggiore la resistenza.

I migliori scalpelli da acquistare online

Acquistare gli scalpelli in negozi fisici richiede tempo e dedizione, siccome dovrete impegnarvi di trovare negozi appositi che dispongano di vari modelli. Su Internet invece disporrete di ampi cataloghi di scelta e potrete ordinare il vostro attrezzo comodamente da casa. Alcuni siti offrono affidabilità maggiore grazie alla presenza di recensioni e commenti che ogni utente ha lasciato dopo aver acquistato il prodotto. Abbiamo scelto gli scalpelli migliori e ve li elenchiamo di seguito.

N. 1 Più Venduto
S&R Scalpelli per Meccanico e Muratore. Set 3 scalpelli a freddo piatti a mano 16 X 170, 12 X 150, 10 X 140 mm
  • Set 3 scalpelli per meccanico e muratore. Scalli Piatti a mano riaffilabili
  • Scalpelli piatti: 16 X 170 mm, 12 X 150 mm, 10 X 140 mm
N. 2 Più Venduto
S&R Scalpello Piatto da Muratore con paracolpo 72 x 275mm. Per pavimenti, pietre e giunti metallici.
  • Scalpello piatto stabile, robusto ed ergonomico. La protezione della mano permette piena sicurezza anche quando il martello scivola via.
  • Scalpello ergonomico con scanalature per una presa antiscivolo e confortevole.
N. 3 Più Venduto
Stanley, Precisione scalpello piatto 12 x 150
  • Scalpello piatto di precisione
  • Accessori originali
N. 4 Più Venduto
flintronic® Scalpelli SDS-Plus 3pcs, Scalpello SDS Spatola 22-25CM Scalpello SDS Piatto Scalpello a Punta Scalpelli per Alcestruzzo, Muratura, per Trapani Leggeri e Martelli a Percussione
  • 【SET DI SCALPELLI CORTI A TRE PEZZI PROFESSIONALI】: Il set di scalpelli corti a tre pezzi con SDS consente il lavoro standard su calcestruzzo e blocchi per la ristrutturazione e il restauro. La punta dello scalpello a punta consente un preciso lavoro di regolazione e il tagliente piatto dello scalpello piatto consente alti tassi di rimozione del materiale.
  • 【SDS IN ACCIAIO TEMPERATO DI ALTA QUALITÀ】: punta dello scalpello a punta per lavori di regolazione precisi. Scalpello piatto con ampio tagliente per un'elevata rimozione del materiale. La spatola con SDS per calcestruzzo e blocchi consente vari tipi di demolizioni standard.
N. 5 Più Venduto
STANLEY 0-16-130 Set 4 Scalpelli con Custodia per il Trasporto, Olio e Pietra per Affilare
  • Lama in acciaio ad alto tenore di carbonio
  • Impugnatura in polipropilene di lunga durata
N. 6 Più Venduto
OX OX-T091206 - Scalpello a freddo, 13 x 150 mm
  • Un pezzo in acciaio forgiato per la massima resistenza.
  • Temprato e temperato per una maggiore durata.
N. 7 Più Venduto
S&R Scalpello SDS-plus Ceramica/Piastrelle/Muro 180/165x75mm, MADE IN GERMANY, Scalpello a Spatola angolato. Qualità professionale.
  • ALTA QUALITÀ ➤ Scalpello SDS-Plus Angolato per la rimozione di piastrelle da suolo e muro. Punta Made in Germany di alta qualità.
  • RESISTENTE ➤ Punta SDS PLUS in acciaio trattato termicamente, con processo di indurimento e protezione superficiale per ridurre l’usura e aumentare la durata dello scalpello
N. 8 Più Venduto
STANLEY FATMAX 4-18-332 - Scalpello da muratore con paracolpi
  • In acciaio al cromo vanadio, temprato per ulteriore durezza
  • Impugnatura paracolpi in bi-material
N. 9 Più Venduto
S&R Scalpelli SDS-plus Set di 3 pz per Piastrelle Pavimento Muro (Scalpello Largo Diritto)
  • Set di scalpelli sds plus per la rimozione universale di materiale cementizio e piastrelle da pavimento e muro. Uso universale
  • Con Scalpello Piatto (250 x 20), Scalpello Largo DRITTO (250 x 40), Scalpello a Punta per Piastrelle Pavimento Muro
N. 10 Più Venduto
V VONTOX Scalpelli Per Legno 6 pezzi, con Guida per Levigatura e Pietra per Affilatura, Set di Scalpelli Per Legno per Intaglio del Legno, Carpenteria, Rifilatura dei Bordi
  • 🔧Set di scalpelli per legno: 6 pezzi di scalpelli di legno di diverse dimensioni 6 mm/12 mm / 20 mm /24 mm/32 mm/38 mm, per soddisfare le diverse esigenze di lavorazione del legno. Dotato di pietra per affilatura e guida per levigatura, può essere utilizzato per la manutenzione di scalpelli da legno.
  • 🔧Tagliente: il robusto e affilato acciaio al cromo vanadio, lame ispessite, scalpelli piatti a forma. Sharp e senza sforzo.

Tipologie di scalpello

Prima di cimentarvi nella scelta dello scalpello migliore è importante che sappiate distinguerne le varie tipologie. Elenchiamole di seguito ed analizziamole individualmente.

  • Scalpello classico: come si evince dal nome si tratta della tipologia più comune e diffusa utilizzata per intagliare il legno e realizzarne scanalature ed incastri o apportarne eventuali correzioni. Presenta un’impugnatura solitamente realizzata in legno alla cui estremità è disposta una lama avente un tagliente posizionato sul bordo estremo in maniera trasversale.
  • Sgorbia: questa tipologia di scalpello differisce da quella precedente per la forma della lama. Essa è semicilindrica e si presenta in modo arrotondato e bombato. A tal proposito le scanalature prodotte mediante il suo utilizzo assumeranno la stessa forma, presentandosi concave o convesse a seconda dell’arrotondamento del bisello.
  • Bedano: si tratta di un attrezzo di precisione che presenta un tagliente sottile e dritto, ricavato nello spessore della lama. È utilizzato per la realizzazione di scanalature profonde e strette come le mortase.
  • Scalpello elettrico: questa tipologia di scalpello è indicata principalmente per i neofiti che si approcciano alla pratica della falegnameria. Si tratta infatti di un utensile pratico e facilmente maneggiabile che consente di eseguire gli stessi lavori dei precedenti scalpelli manuali, con la sostanziale differenza della presenza di un motore che, azionato, produce gli stessi movimenti e colpi tipici dell’uso manuale. Ciò è utile a semplificare il lavoro e rende l’attrezzo l’ideale per i lavori di bricolage.

Tutte le tipologie sopraelencate richiedono l’ausilio di un martello per il funzionamento, tranne ovviamente quello elettrico e la sgorbia. Quest’ultima presenta una struttura che consente all’attrezzo di essere utilizzato manualmente. Per controllare la potenza impiegata è necessario utilizzare entrambe le mani, una posta dietro e l’altra avanti.

Codolo: cos’è ed a cosa serve

Al di sotto della lama, proprio sopra il manico, è presente il codolo, un elemento atto ad assicurarne l’ammanicamento. L’unione tra il codolo ed il manico avviene in diversi modi ed è a tal proposito che è possibile suddividere lo strumento in tre tipologie:

  • codolo a punta con ghiera circolare: il codolo di questa tipologia presenta una punta appuntita che viene inserita all’interno del manico e rinforzata dalla presenza di una ghiera circolare. Questa serve ad evitare che i due componenti possano facilmente staccarsi durante il lavoro. È infatti possibile riscontrare la presenza di una seconda ghiera situata in fondo al manico per le esecuzioni più impegnative;
  • codolo a tazza: si tratta di una tipologia che presenta un codolo a forma di tazza che va ad incastrarsi perfettamente all’interno del manico. In tal modo l’impugnatura si presenta più comoda ed ergonomica e l’attrezzo più robusto;
  • codolo a punta con ghiera conica: questa categoria unisce entrambe le precedenti ed è caratterizzata dalla presenza di una punta che viene inserita all’interno del manico e rinforzata dalla presenza di una ghiera conica. Questa dona una presa più salda e permette di distribuire meglio la forza esercitata.

Va specificato infine che la larghezza dei manici varia a seconda del tipo di lavoro che si desidera realizzare. Le dimensioni più diffuse per la pratica di operazioni di precisione adatte alla scultura o alla liuteria vanno dai 3 ai 10 mm. Quelle più comuni per la realizzazione di lavori più grandi come quelli di armadi ed altri complementi di arredo vanno dai 10 ai 30 mm.

Come utilizzare lo scalpello

Va innanzitutto specificato che per funzionare efficacemente evitando di rovinare la superficie su cui si lavora è importante che le lame siano sempre ben affilate. Detto questo, per poter utilizzare bene lo scalpello è necessario conoscere i diversi tipi di taglio, analizziamoli di seguito.

  • Taglio obliquo: si esegue tenendo la parte smussata verso il basso in direzione obliqua alla superficie. Il taglio va effettuato premendo la parte posteriore dello scalpello, in modo tale da rimuovere scaglie sottili e regolarne la profondità. Per una maggiore precisione è consigliato incidere superficialmente la zona che si desidera intagliare mediante l’utilizzo di un taglierino o di un bisturi. In tal modo sarà possibile capire la direzione del taglio e la profondità che si desidera raggiungere. Se dovesse capitare di scavare il legno troppo a fondo è possibile rimediare semplicemente posizionando l’attrezzo in modo steso e tagliare dalla direzione opposta.
  • Taglio di sbucciatura: questa modalità di taglio consente di appiattire la parte inferiore di una cavità, asportandone scaglie sottili. Mantenendo lo scalpello in una posizione quasi parallela al materiale sarà possibile ottenere una superficie leggermente incassata e piana, potendo dunque creare scassi per l’inserimento di una cerniera ed altre condizioni simili. Se si desidera facilitare il taglio si dovrà allora ruotare la lama sino a formarne un arco.
  • Taglio di rimozione: si tratta di una pratica che consente la rimozione di grosse quantità di legno, permettendo allo scalpello di fungere quasi da leva. Bisogna innanzitutto creare un taglio superficiale contro il quale appoggiare la lama e poi, muniti di occhiali protettivi, colpire il manico con il martello e procedere successivamente alla rimozione manuale dei pezzi colpiti. Questa tipologia di taglio non permette la realizzazione di lavori precisi, ma facilita di gran lunga l’asportazione di materiale superfluo. Sarà poi possibile rifinire il lavoro mediante l’utilizzo di altre modalità di taglio.
  • Taglio per la creazione di solchi: solitamente per questa tipologia di lavoro viene impiegata la fresatrice, tuttavia se non disponete di questa macchina potrete tranquillamente solcare la superficie che desiderate. In primis bisogna realizzare due tagli paralleli dalla lunghezza del solco che volete creare; successivamente bisogna puntare lo scalpello al centro e realizzare una serie di tagli obliqui.
  • Taglio per raschiare: se desiderate raschiare la superficie di legno in modo superficiale e rimuovere verniciature e residui di colla, dovrete disporre lo scalpello in modo perpendicolare alla stessa e, con una lama ben affilata, tirare lo scalpello verso di sé, evitando di ripassare più volte sullo stesso punto e rischiare di eccedere in alcuni punti.

Prezzo

Il prezzo di uno scalpello varia a seconda della tipologia che decidete di acquistare, della forma, della lama e della marca. È possibile trovare set di scalpelli ad un prezzo basso ed economico che tuttavia non forniscono le giuste prestazioni. Se desiderate utilizzare questo attrezzo per la pratica del fai-da-te e/o in ambito professionale allora il nostro consiglio è quello di acquistare scalpelli più sofisticati e duraturi.

In media un set composto da 6 pezzi presenta un prezzo che si va dai €15 ai €100/150. Quello di una sgorbia professionale può persino raggiungere i €100 per pezzo.