Top

Matched betting, come guadagnare in modo garantito con i siti di scommesse

Sempre più spesso si sente parlare di Matched Betting, ossia un sistema matematico che permette di ottenere dei profitti sicuri e garantiti, oltre che a garantito rischio zero, attraverso i siti di scommesse sportive. Spiegare cos’è il matched betting può sembrare molto più complesso a parole di quanto effettivamente questa pratica non sia, ma proviamo ad andare per gradi.

Il matched betting si differenzia in maniera totale dal gioco d’azzardo, pur servendosi delle scommesse sportive, e dal circuito del betting tradizionale. Si tratta infatti di una forma di investimento e guadagno online che già da anni è molto diffusa all’estero e che da qualche tempo ha suscitato l’interesse degli utenti e degli investitori italiani.

Per fare matched betting occorre piazzare  due scommesse opposte sullo stesso evento, in modo tale di eliminare rischio della scommessa, perché così in pratica non si può perdere. Come si genera allora il guadagno? Semplice, con i bonus offerti dai bookmaker.

Questi bonus, che le agenzie di scommesse legali mettono a disposizione per convincere l’utente a registrarsi (bonus di benvenuto) e per fidelizzarlo nel tempo (bonus ricorrente), sono somme di denaro erogate sul conto e destinate al gioco, e in quanto tali, inizialmente non prelevabili. Giocandole però, queste somme si trasformano in soldi veri, e quindi limitandosi a non perdere troppo, di fatti si guadagna dei soldi bonus, che una volta pagati come vincita di una scommessa diventano a tutti gli effetti soldi reali, e quindi prelevabili.

Ancora poco chiaro? Continua a leggere questo articolo e scoprirai tutto ciò che ti serve sapere sul matched betting: un modo sicuro e garantito per guadagnare online.

Cosa NON è il matched betting

Prima di spiegare più nel dettaglio cos’è, come funziona e come bisogna fare per iniziare a guadagnare con il matched betting, a scanso di ogni equivoco è preferibile iniziare da cosa questo NON è, in modo che tutti possano farsi la propria idea mettendo da parte dei preconcetti che ci porterebbero soltanto fuori strada:

  • Il matched betting non è una truffa

Perché mai dovrebbe esserlo? Potrai renderti conto da solo leggendo l’articolo di come sia tutto perfettamente legale.

  • Fare matched betting non è giocare d’azzardo

Non si rischia nulla, non si deve indovinare nessun risultato e non si perdono soldi, a patto che non si commettano degli errori di procedimento.

  • Guadagnare con il matched betting è realmente possibile, ma…

Il matched betting permette dei guadagni sicuri che sono però proporzionati al tempo che gli si dedica e al tipo di investimento (sicuro) che si intende profondere. Molti siti e video tutorial parlano della possibilità di arrivare a guadagnare mille euro nel primo mese, il che non è del tutto falso, ma neanche così semplice. Agli inizi, quando questa pratica è stata inventata, ci si poteva permettere di arrivare dei guadagni molto consistenti in poco tempo, ma poi i bookmakers si sono adeguati e oggi il procedimento è un po’ più complesso e meno rapido, tra un po’ vedremo perché.

Cos’è e come funziona il matched betting

Cos’è allora il matched betting? Iniziamo dall’origine del nome: alla lettera, “matched betting” significa “scommessa combinata”, perché l’obiettivo è arrivare a scommettere su due esiti opposti del medesimo evento sportivo in modo tale da perdere il meno possibile. Sì, esatto, perdere: perché l’obiettivo del matched betting non è indovinare una scommessa, ma convertire (giocandoli) i bonus che i bookmakers offrono in promozione ai propri utenti.

Se ad esempio depositiamo 20 euro su un sito di scommesse che per premiarci di averlo scelto per il nostro deposito ce ne darà altri 20 di bonus, noi avremo 40 euro da scommettere, ma non potremo prelevarli direttamente. Se ci limitassimo a scommettere sulla vittoria della Juventus contro il Napoli, potremo vincere dei soldi se la Juventus dovesse effettivamente vincere, oppure perderli se invece la Juventus dovesse non vincere. Ma se noi scommettessimo una parte dei nostri 40 euro sul fatto che la Juve vinca, e un’altra parte sul fatto che la Juve non vinca, ecco che avremo perso alcuni euro rispetto ai 40 totali, ma considerando che ne avevamo spesi soltanto 20, gli altri 20 ce li aveva regalati il sito, avremo ottenuto un guadagno.

Dunque, se il risultato della scommessa abbinata ci vedrebbe “vincere” 35 euro attraverso quella che abbiamo indovinato (per modo di dire, visto che eravamo coperti in qualsiasi caso), soldi finalmente prelevabili in quanto frutto di una “vincita”, avremmo guadagnato 15 euro rispetto ai 20 iniziali.

Per ottimizzare i profitti con il matched betting, il trucco starà nel sapere quanto puntare, su quale esito e di quale partita, al fine di “perdere” il meno possibile ed ottenere il profitto migliore possibile. Come fare? Attraverso i consigli, frutto di infallibili calcoli matematici, di alcune piattaforme, la più nota delle quali è NinjaBet.

Più avanti vi spiegheremo cos’è NinjaBet, ma prima, occorre capire cos’è il punta e banca. Quando scommettiamo infatti, tornando al nostro ipotetico Juventus-Napoli, scegliamo se puntare sulla vittoria della Juve, su quella del Napoli, o sul pareggio, oltre che sul numero di gol segnati e altri spunti che i bookies ci offrono. Questo, in gergo, è detto puntare, ed è il tipo di scommessa che chi gioca va abitualmente a piazzare. Per capire cos’è il matched betting però, e iniziare a guadagnare con questa pratica, è importante parlare del concetto di bancata, ossia l’opposto della puntata.

Bancare un risultato è praticamente limitarsi a scommettere sul fatto che una cosa non succederà (es: la Juve non vincerà). Solo avendo chiara la differenza tra una puntata e una bancata, e una volta imparato come fare le due cose, potremmo iniziare col matched betting, ossia con le nostre scommesse combinate per ottenere un guadagno sicuro: da una parte una puntata, dall’altra una bancata.

Cos’è il punta e banca

Ciò che si intende per puntare è piuttosto intuitivo e semplicemente significa scommettere sull’esito di un dato evento, ad esempio puntare sulla vittoria della Juventus contro il Napoli, o in quella del Napoli contro la Juventus.

Alcuni bookmaker però, permettono anche di “bancare“, cioè di essere voi stessi il bookmaker, accettando le puntate degli altri utenti, vincendo sulla loro perdita o assumendosi il rischio di doverne pagare le vincite. Bancando, l’utente si sostituisce al bookmaker, ed è per questo che quando parliamo di bancare parliamo ufficialmente di “Betting exchange”.

Bancare la Juventus a quota x, significa accettare la puntata di un altro utente che punta (ossia scommette) sulla vittoria Roma. In pratica, si tratta di come scommettere sul risultato opposto, ossia che la Juventus non vincerà (e quindi pareggi o venga sconfitta). La differenza sostanziale è che quando puntiamo scegliamo noi quanto perderemmo in caso di scommessa perdente, mentre invece con la bancata esiste un calcolo diverso. Di fatti, inseriamo al contrario l’importo che vinceremmo, e ci esponiamo per un capitale (definito “responsabilità” pari a (quota bancata -1)x(importo).

Ad esempio: se banchiamo 100 euro la Juventus la cui quota è 2,2, ci esponiamo per 120 euro. Il capitale di cui ci siamo esposti, o per meglio dire, che ci siamo presi la responsabilità di pagare agli altri utenti in caso di vittoria della Juventus, ci verrà temporaneamente sottratto dal nostro conto e definitivamente detratto se avremmo perso la scommessa (ossia, con il nostro esempio, se la Juventus avrà vinto). Viceversa, il capitale ci verrà riabilitato insieme ai 100 euro che avevamo bancato e che adesso abbiamo vinto (non saranno netti, perché vanno scalate le provvigioni che spettano al sito). Tali commissioni sono variabili in base al sito e ad eventuali promozioni in vigore, solitamente potrebbero aggirarsi sul 5% e quindi nel nostro caso, una bancata vincente di 100 euro ci porterebbe ad aver vinto 95 euro netti.

Siti su cui è possibile bancare una scommessa

Come detto, non tutti i siti permettono di bancare, oltre che puntare, una scommessa. Anzi, in realtà la maggior parte dei bookmakers legali in Italia non lo permettono. I bancatori, si appoggiano per lo più su due siti: Betfair e Betflag.

Betfair vs Betflag, qual è il miglior sito per bancare una scommessa

Per fare un confronto tra Betfair e Betflag in merito a quale sia il sito migliore per il betting exchange, occorrono due premesse d’obbligo: la prima è che conviene sempre registrarsi a entrambi, poiché, chi fa matched betting da un po’ di tempo e ha già esperienza lo sa, spesso a livello di quote e di liquidità l’uno può presentare un’occasione migliore su un dato evento rispetto all’altro e viceversa. La seconda, è che Betfair è un colosso con più di 10 anni di storia, mentre Betflag va ancora crescendo e migliorandosi, di conseguenza il secondo va ancora un po’ aspettato prima di essere confrontato del tutto con il primo, che in generale oggi giorno si lascia ancora preferire.

Liquidità

Per entrambi i siti la liquidità (ossia la vincita massima potenziale che si può ottenere da una bancata su un dato evento) è in continuo aumento a causa dell’aumentare progressivi degli investiroi e degli utenti italiani che sempre più vanno apprezzando la bancata come tipo di scommessa oltre alla tradizionale puntata. Per quanto per alcune partite noterete che la liquidità dei due siti sia non così diversa, è tuttavia ancora Betfair che al momento garantisce una liquidità mediamente più alta. La liquidità offerta da Betflag può essere comunque sufficiente sia per delle bancate fine a se stesse che per praticare il matched betting, specie sugli eventi di cartello, dove Betflag resta competitivo. Sui piccoli eventi invece, Betflag deve ancora crescere molto per raggiungere le garanzie di liquidità che offre Betfair.

Palinsesto

Entrambi i siti offrono un palinsesto molto ampio. Betflag ha iniziato per primo ad allargare il suo catalogo anche ad eventi minori, ma negli ultimi tempi Betfair ha ampliato parecchio il proprio raggio di azione, toccando cifre record di eventi quotati in un solo giorno, soprattutto quando si parla di calcio. In definitiva, tutti e due i siti offrono ormai un palinsesto abbastanza ampio da permetterci di sbizzarrirci con le scommesse tradizionali, le bancate e il matched betting.

Tipologia di scommesse

Betflag ha recentemente ridotto il numero di possibili scommesse nelle bancate, e questa strategia ha permesso di aumentare la liquidità dei segni tradizionali (1,x,2, under e over) che prima era dispersa su tanti piccole tipologie di scommesse, non tutte poi così frequentemente scelte dagli utenti. Betfair dà sicuramente più scelta e oltre ai segni tradizionali offre la possibilità di bancare anche altre tipologie di scommesse, come quelle sui risultati esatti live.

Streaming eventi

Su Betfair sarà consentito guardare in diretta streaming alcuni eventi sportivi in diretta, specie incontri di tennis e partite di calcio dei campionati minori.

Cosa serve per iniziare col matched betting

Cosa ci serve allora per iniziare subito a guadagnare online in modo sicuro e garantito con il matched betting? Una lista di cose, che adesso andremo a mostrarti.

Innanzitutto, per iniziare serve essere in possesso di una serie di elementi di base che sono imprescindibili:

  • Innanzitutto dovrai essere maggiorenne e residente in Italia
  • Dovrai avere circa 40-50€ disponibili per cominciare (è quanto consiglia NinjaBet, perché in realtà possono bastare per guadagnare i primi soldini, ma se vuoi massimizzare e velocizzare i guadagni avrai bisogno di qualche centinaio di euro per lo meno)
  • Assicurati di avere a disposizione le copie originali dei tuoi documenti: in particolar modo non puoi fare a meno della carta d’identità e del codice fiscale (o tessera sanitaria). Senza di questi non potrai registrarti a tutti i numerosi siti di betting di cui dovrai sfruttare i bonus per fare matched betting. Già che ti trovi, comincia a fare qualche foto fronte e retro ai tuoi documenti, ti torneranno utili.
  • Una carta prepagata, preferibilmente una postepay, e un conto paypal. I metodi di pagamento differiscono da sito a sito e quindi dovrai analizzare le singole questioni in sede di registrazione a ogni sito. I suddetti metodi però sono mediamente quelli più accettati dai bookmakers, e quindi preferibili per la comodità dell’utente.
  • Un account premium su NinjaBet. Il costo di un abbonamento è di 19,98 euro mensili, che diventano 16,50 se si pagano in unica soluzione per un abbonamento semestrale (paghi 99, risparmi 21), o 12,42 se si sceglie il pacchetto annuale (paghi 149, risparmi 91).
  • Registrare un account su un sito che permette il betting exchange, ossia la cosiddetta bancata (Betfair e/o Betflag)
  • Registrare un account (ma sarà NinjaBet a guidarti su quando e come farlo, non prendere iniziative se no rischi di perdere i bonus!) su tutti i principali siti di scommesse che potranno garantirti dei bonus per tue le puntate (Snai, Sisal Matchpoint, Eurobet, Better, BET365, Betway, Unibet, William Hill, 888sport, Bwin, Gioco digitale, Planet Win, Netbet, Goldbet, Admiral Yes, Sportpesa, Stanleybet, Admiral Yes ecc).

A che serve NinjaBet e perché non se ne può fare a meno

NinjaBet è imprescindibile per fare matched betting. Gli ideatori di questa piattaforma ti daranno news in tempo reale sui bonus di cui potrai usufruire e su quali siti trovarli. Inoltre, NinjaBet ti dirà perfettamente cosa devi fare per sbloccare i bonus e tramutarli in soldi reali, guidandoti passo passo e dicendoti quando devi scommettere, quanto devi bancare, quanto devi puntare, su che sito, in che modo e su quale evento.

Insomma, sono tutte cose che teoricamente potresti fare anche senza di loro, ma ci metteresti dei mesi di ricerche in cui improvvisarti a fare il matematico, invece con NinjaBet ci metterai pochi minuti e senza sforzi.

NinjaBet poi, ha inventato degli strumenti che ti permettono di trovare la miglior scommessa abbinata per “perdere” il meno possibile, e quindi guadagnare di più. Appena darai uno sguardo al sito, capirai molto meglio quanto prezioso e imprescindibile sia questo strumento per il matched betting.

NinjaBet offre una guida ai bonus offerti dal mercato e a come sbloccarli

Tra i bookmakers c’è grande concorrenza e questo spinge i vari siti ad offrire dei bonus per far sì che sempre più utenti scelgano il proprio sito (bonus di benvenuto) e continuino a usarlo in futuro (bonus ricorrente) diventino e continuino ad essere loro clienti.

William Hill, per esempio, uno dei bookmakers più famosi, offre 50€ bonus alla registrazione. Un tempo questi bonus erano molto semplici: il nuovo utente si registrava, effettuava un primo deposito e a quel punto sul suo account gli veniva accreditata automaticamente una somma di bonus in percentuale (di solitto 100% o 50%) su quanto depositato, da usare a piacimento o al massimo su una quota minima (generalmente 1.50 o 2.00). Poi, le cose sono cambiate, anche per colpa del matched betting.

Sempre più utenti infatti se ne infischiavano di scommettere, e si registravano sui vari siti per ottenere i bonus, convertirli in soldi reali, e prelevare il tutto. Così, i bookmakers hanno cominciato a studiare regole più severe e modalità più complicate per l’ottenimento e la conversione dei bonus.

Ora saresti costretto a studiare dei regolamenti lunghi e complessi, col rischio di non capirci niente. Anche perché per fare matched betting non devi per forza essere uno scommettitore esperto, anche perché come abbiamo detto NON è gioco d’azzardo. In alternativa, puoi usare NinjaBet.

Queste offerte bonus, al giorno d’oggi, sono contraddistinte da condizioni e richieste particolari imposte dal bookmaker che dovrai soddisfare se vorrai ottenere il bonus.

NinjaBet ti fornirà, passo dopo passo, tutte le istruzioni dettagliate per completare le offerte in base ai paletti specifici imposti dal sito in questione. Ti basterà seguire tutti i passaggi per la scalata ai quasi mille euro che potresti guadagnare nel primo mese grazie ai bonus di benvenuto e per continuare poi ad assicurarti guadagni “fino a 500 euro al mese” (parola di NinjaBet) con le successive cosiddette promo ricorrenti.

Oddsmatcher

L’Oddsmatcher è uno strumento fondamentale per il matched betting ed è una delle funzionalità più preziose che ti garantisce NinjaBet acquistando un abbonamento Premium. L’Oddsmathcer ti permette di cercare, ordinare e confrontare le quote tra i vari siti di scommesse canoniche e quelli per bancare. In parole povere, è il comparatore di quote tra i bookmakers e il mercato delle quote.

Grazie all’Oddsmatcher potrai individuare quali sono le migliori scommesse per il punta e banca al fine di massimizzare i guadagni e procedere in poco tempo.

Potrai confrontare le quote di 30 bookmakers tradizionali e abbinarle a quelle dei due siti di exchange, Betfair e Betflag, nel modo più conveniente. Attraverso vari filtri potrai trovare la partita più giusta su cui puntare e bancare in base al bookmaker su cui stai operando, la quantità di somma che devi investire per sbloccare il bonus, e le quote minime che ti servono.

Lo strumento contiene un calcolatore interattivo che ti consentirà di capire esattamente quanto devi bancare in base a quanto devi puntare, e viceversa. In questo modo sarai sicuro di guadagnare piazzando la scommessa abbinata migliore e non dovrai prodigarti in chissà quale calcolo matematico, perché lo strumento farà tutto lui per te.

Bookmakers inclusi nell’Oddsmatcher di NinjaBet

  • 888sport
  • Better-Lottomatica
  • Bet365
  • Betaland
  • Betclic
  • Betfairsportbook
  • Betflagsportbook
  • Betman
  • Betway
  • Bwin
  • Chancebet
  • Domusbet
  • Eurobet
  • Giobet
  • Giocodigitale
  • Goldbet
  • Leovegas
  • Marathonbet
  • Merkurwin
  • Netbet
  • Pinterbet
  • Planetwin365
  • Plexbet
  • Quigioco
  • Scommettendo
  • Sisal
  • Skybet by Star
  • Snai
  • Sportpesa
  • Sportyes
  • Stanleybet
  • Starvegas
  • Unibet
  • Williamhill
  • Wintoto

Un esempio pratico

Adesso che dovresti avere più o meno tutte le informazioni di base, proviamo a immaginare la giornata tipo dell’utente che investe in matched betting facendo un esempio pratico. Mettiamo da casa che stiamo seguendo passo dopo passo le indicazioni e la guida di NinjaBet, sbloccando bonus di benvenuto su un sito dopo l’altro, diciamo una volta al giorno.

Mettiamo caso (ed è solo un esempio immaginario) che Eurobet ci regali il 100% di bonus sul nostro primo deposito fino a 50 euro, ma che il bonus non è immediato e dovremo prima sbloccarlo giocando su una quota a 2.00.

Ecco il procedimento che utilizzeremo per iniziare a guadagnare facendo matched betting:

  1. Accediamo al nostro account NinjaBet e andiamo nella sezione delle promozioni. Qui ci verrà illustrato quali siti stanno offrendo dei bonus e come ottenerli e sbloccarli.
  2. Dalla lista scegliamo un sito e prima di tutto dobbiamo creare un account su quest’ultimo (nel nostro esempio immaginario diciamo che questo sito sia Eurobet). Assicurarsi prima se NinjaBet consigli di inserire qualche codice promozionale al momento della registrazione, questo potrebbe essere talvolta vitale per ottenere i bonus che altrimenti potremo non ricevere.
  3. Adesso, sempre attraverso NinjaBet, leggiamo qual è e come si sblocca il bonus offerto da Eurobet, in modo da capire cosa dovremo fare. Facciamo finta che, come detto prima, Eurobet ci regalerà un bonus del 100% del deposito fino a 50 euro.
  4. Una volta registrati su Eurobet dunque, depositeremo 50 euro sul nostro conto, così potremo ottenere il bonus del 100%, e quindi altri 50 euro da poter giocare.
  5. Una volta depositati i 50 euro sul nostro conto, abbiamo detto che per sbloccare il bonus (sempre nel nostro esempio immaginario, tutte le indicazioni reali le troverete su NinjaBet) bisognerà piazzare i nostri 50 euro su una quota a 2.00, altrimenti non potremo ottenerlo.
  6. Un giocatore d’azzardo scommetterebbe semplicemente 50 euro su un esito a quota 2.00 e tenterebbe la sorte. L’investitore che fa matchbetting invece, farà il punta e banca. Pertanto, ricarichiamo con altri 50 euro il nostro conto exchange (è sempre solo un esempio, ma NinjaBet vi dirà anche quanto caricare per bancare!), ossia quello che avremo registrato su Betfair o Betflag.
  7. Tenendo sempre d’occhio l’apposita guida al bonus fornitaci da NinjaBet, apriamo l’oddsmatcher in cerca dell’evento migliore possibile su cui abbinare le nostre scommesse. Selezioniamo i filtri necessari: quota 2.00, bookmaker Eurobet, exchange Betfair o Betflag, e lo strumento lavorerà per noi, facendoci trovare in cima alla lista la partita con la quale perderemo meno (e quindi guadagneremo di più).
  8. Facciamo che la partita che troveremo sarà Juventus-Napoli. Apriamo il calcolatore e alla voce “puntata” inseriamo la cifra “50”, che nel nostro esempio immaginario è quanto NinjaBet ci indica di scommettere per ottenere il bonus. Non appena avremo inserito la cifra “50”, il calcolatore dell’Oddsmatcher di NinjaBet ci darà anche quanto dobbiamo bancare, a seguito di un preciso calcolo matematico. Facciamo finta, per comodità, che anche la somma da bancare sia di 50 euro (NB: quando piazzeremo 50 euro di bancata significherà che giocheremo per vincere 50 euro, non che staremo scommettendo 50 euro, la cifra che l’exchange congelerà dal nostro account potrebbe essere superiore, per questo teniamo sempre un po’ di liquidità in più sul conto Betfair o Betflag. Non preoccupatevi comunque: NinjaBet vi guida anche in questo.
  9. Andiamo su Eurobet e piazziamo la nostra scommessa di 50 euro sulla Juve vincente.
  10. Andiamo su Betfair o Betflag e piazziamo nella sezione “exchange” la nostra bancata sulla Juve non vincente.
  11. Dopo la partita, il risultato che otterremo è che avremo perso qualche euro rispetto ai 100 euro che abbiamo investito in totale. Facciamo, per esempio, che ci ritroveremo con 96/97 euro. Intanto però, avremo sbloccato il bonus di 50 euro su Eurobet. Se la Juve avrà vinto, trovereremo i 96/97 euro su Eurobet, se avrà perso li troveremo su Betflag.
  12. Adesso, dovremo convertire il bonus in soldi veri per poterlo finalmente prelevare. Facciamo finta che il bonus lo si può utilizzare solo su una quota a 1.50. Ripetiamo gli stessi passaggi di prima con l’oddsmatcher e il calcolatore, piazziamo la nostra scommessa usando il bonus su eurobet, e usando soldi veri su Betfair o Betflag, e aspettiamo che si giochi la partita scelta.
  13. Al termine della partita, sia che avremo vinto la scommessa, sia che avremo vinto la bancata, ci ritroveremo con circa 40 euro in più rispetto ai 96/97 che avevamo prima. Quei soldi, finalmente, saranno il nostro guadagno effettivo, garantito, e a rischio zero, frutto del nostro inizio col matched betting.
  14. Torniamo sulla guida alle promozioni di NinjaBet, e scegliamo il prossimo bonus da sbloccare. Badate bene che il procedimento non è così semplice come ve l’abbiamo spiegato. Ogni bonus ha le sue complessità e le sue regole per sbloccarlo. Ma non preoccupatevi, da questo punto di vista vi dirà tutto NinjaBet.

Si può perdere con il Matched Betting?

Di base, la risposta a questa domanda è NO. Il matched betting è costruito su un metodo matematico sicuro, non c’è verso di perdere soldi, poiché come dicevamo in apertura di articolo fare matched betting non è giocare d’azzardo. Tuttavia, la risposta alla domanda può anche essere sì. No, non ci stiamo smentendo, e non siamo neanche impazziti. Con il matched betting si possono perdere dei soldi, ma solo a patto che si commettano degli errori di procedimento.

Analizziamo di seguito quali sono gli errori più frequenti:

  • Nel percorso per sbloccare i vari bonus, segui l’ordine e il procedimento consigliati da NinjaBet. Non fare di testa tua e non iniziare sbloccando i bonus più difficili, solo perché più remunerativi. Il procedimento studiato dalla piattaforma è fatto appositamente per permetterti di arrivare ai bonus più complessi e redditizi quando avrai già acquisito un po’ di esperienza in più.
  • Importante ricordare sempre che i siti di scommesse non permettono di prelevare soldi con metodi di pagamento diversi da quelli usati per depositare. Quindi non fare di fretta e furia a depositare con un sistema che poi sai per un motivo o per un altro di non poter usare per prelevare. Assicurati di controllare quali metodi di prelievo accetta il sito in questione prima di scegliere il metodo per il deposito. Il consiglio degli esperti è sempre quello di utilizzare sempre (se possibile, perché non tutti i siti lo permettono) un conto PayPal. PayPal rappresenta il metodo di pagamento più veloce e sicuro per compiere le operazioni sia di deposito che di prelievo.
  • Ricorda di seguire sempre in maniera rigida e le istruzioni di Ninjabet. Lo ripetiamo: fare di testa tua. Il Matched Betting è una pratica sicura al 100% per il guadagno online, ma richiede precisione e attenzione a non commettere errori di procedimento.
  • In sede di registrazione sui vari siti, assicurati che il documento che stai utilizzando sia sempre leggibile e aggiornato. L’indirizzo di residenza che inserirai durante la registrazione dovrà necessariamente essere il medesimo illustrato sui documenti di cui dovrai inviare le copie. Non dovesse essere così, il tuo conto verrebbe bloccato.
  • Ricorda di non piazzare le tue scommesse troppo a ridosso dell’orario di inizio delle partite. Il motivo è molto semplice: a pochi istanti dall’inizio dell’evento, le quote possono subire diverse variazioni e l’oddsmatcher potrebbe non essere aggiornato, quindi andresti a scegliere una partita che secondo lo strumento è quella col rating migliore, ma essendo le quote cambiate nel frattempo potresti ritrovarti spiacevoli sorprese quando vai a puntare e/o bancare. Ciò comporterebbe il non esserti garantito i guadagni migliori, e nei casi di variazioni più estreme, addirittura la possibilità di perdere dei soldi.
  • Alcuni siti provano ad osteggiare il matched betting, e se i tuoi comportamenti sono troppo sospetti, ciò potrebbe portare a un blocco del tuo conto o comunque una mancata assegnazione del bonus promesso. Specie con Eurobet per esempio, bisogna stare molto attenti a seguire tutti i passi illustrati dalla guida di NinjaBet. Nel caso in cui il bookmaker dovesse negarti il bonus quando tu hai già caricato il tuo conto, non solo non guadagnerai, ma ti troverai anche a perdere qualche euro. Questo punto, lo affronteremo nel dettaglio nel prossimo paragrafo.

I bookmakers contro il matched betting

Per quanto come detto in apertura il Matched Betting sia assolutamente legale, è chiaro che i bookmakers non siano contentissimi di questa pratica e alcuni di essi osteggiano il metodo provando a mettere dei paletti per controllare l’attività degli utenti e negare i bonus, o bannare addirittura l’account, a chi si comporta in modo troppo palesemente sospetto.

Il sito potrebbe scriverti una e-mail per metterti al corrente del fatto che limiterà alcune se non tutte le promozioni sul tuo account per il prossimo futuro (talvolta per sempre) oppure limiterà a pochi euro la vostra capacità di puntata, andando così a impossibilitare le manovre necessarie per fare matched betting.

Potrebbe capitare dunque che il sito di scommesse bolli il tuo account “gubbed”, spesso senza fartelo sapere prima e senza illustrarti la motivazione. D’altronde, nei termini e condizioni d’uso che accetti quando ti registri sui bookmakers, spesso è precisato che il sito si riserva la possibilità di negarti i bonus senza dover fornire spiegazioni. Scoprirete l’avvenuto gubbing quando improvvisamente le offerte saranno scomparse, o vi accorgerete che vi viene vietato di scommettere oltre una certa cifra.

Come evitare il gubbing

Come fare allora per evitare quello che in gergo viene definito gubbing?

Premesso che non possiamo garantirvi il rischio zero, ecco una serie di consigli che potrebbero aiutarvi a evitare il peggio.

Non giocare senza senso

Ebbene sì, anche quando fate matched betting è consigliabile giocare con raziocinio. Non scommettete cifre troppo alte e non scegliete un campionato troppo particolare. E’ sempre meglio giocare i campionati di primo livello. Se proprio scegliete di scommettere su campionati non di primissima fascia, provate comunque a scommettere come farebbe un giocatore tradizionale. Scommettendo per esempio sempre sulla stessa lega, o sempre sullo stesso sport, potresti sembrare un utente con le sue fisse e le sue preferenze, quindi per definizione un utente “normale”.

Account e IP

Durante i primi giorni dalla creazione, il tuo account potrebbe passare attraverso diversi controllo. Tipo su cosa punti, quanto spesso lo fai, questo in realtà più per scopi di marketing, al fine di capire come sei fatto e che offerte sono più giuste per fidelizzarti, che per altre motivazioni più particolari. Tuttavia, nell’arco di questa verifica, c’è il rischio che qualche anomalia venga messa in luce. Se invece hai aperto un account e non ci hai giocato per molto, è più facile che non sarete più sotto la lente di ingrandimento del bookmaker ed è a quel punto che il tuo atteggiamento passerà maggiormente inosservato. Ricorda inoltre di verificare se altre persone con la tua stessa residenza o che utilizzino la tua stessa connessione si siano già registrati a quel sito e hanno ottenuto il bonus di benvenuto. I bookmakers potrebbero pensare che ti stai registrando a nome di tutta la famiglia per approfittare dei bonus e non c’è modo più facile di essere scoperti e bannati!

Evita di prelevare subito

Quando effetti un prelievo, molti bookmaker sottolineano che “il tuo prelievo sarà elaborato con tutti i controlli di sicurezza necessari e le tue transazioni saranno monitorate per qualsiasi attività di scommesse sospette”. Questo soprattutto per prendersi le dovute precauzioni in maniera di anti riciclaggio e altre cose ben più serie. Tuttavia, come detto prima, da controlli più ampi potrebbero comunque essere notate cose più piccole. E prelevare subito, prelevando tutto, potrebbe destare qualche sospetto. Non farlo per i siti che sai che riutilizzerai spesso anche in seguito, sapendo che offrirà i bonus ricorrenti più ricchi.

Gioca anche al casinò

I siti dei bookmakers non guadagnano solo con le scommesse, ma anzi, ottengono grossa parte dei propri fatturati dai casinò, dove hanno margini di guadagno superiori. Usate i bonus destinati ai casinò, pure se non vi piace o non sapete neanche come si gioca. I bookmakers lo apprezzeranno

Smartphone e navigazione in incognito

Scommettete spesso da mobile. Solitamente gli scommettitori assidui giocano in ogni dove e in ogni momento, quindi spesso da smartphone. Ciò vi rende dei giocatori perfettamente normali agli occhi dei bookies. Inoltre, da mobile userete un IP diverso ogni volta e questo farà sì che il sito possa ottenere meno dati personali da parte vostra. Quando giocate da computer, preferite la navigazione incognita.

Il Matched Betting multi-account

Se il matched betting può garantire dei guadagni sicuri e a rischio zero, ma che non si riveleranno così consistenti se non all’inizio, fare del matched betting con la modalità del multi-account può invece rivelarsi una vera e propria miniera d’oro.

L’esigenza del metodo multi account nasce dal fatto che a un certo punto ti sarai registrato su tutti i bookmakers e dopo che avrai ben guadagnato dai bonus di benvenuto e ci sarebbe ancora la possibilità di continuare a guadagnare con le offerte ricorrenti, ti accorgi che nella seconda fase il gioco potrebbe non valer e la candela e che i guadagni rischiano di essere non all’altezza delle tue aspettative.

Pensa però se riuscissi a registrarti da capo, a nome di un’altra persona (ovviamente col suo consenso, altrimenti compieresti un’azione legale). Potresti ripetere il guadagno dei quasi mille euro ricavati dai bonus di benvenuto e raddoppiare i guadagni mensili successivi (quelli che ninjabet promette poter essere di fino a 500 euro al mese). Pensa se tutto questo, potresti moltiplicarlo per N account. Ecco che il tuo business potrebbe diventare qualcosa di molto molto serio.

Fare multi account però non è così facile come si potrebbe pensare. Non è che ci basterà creare un nuovo account e ripetere tutte le operazioni come nulla fosse. Ogni account infatti dev’essere intestato a un codice fiscale e serve quindi un regolare documento oltre che un metodo di pagamento intestato inderogabilmente all’intestatario del conto.

Di seguito, una piccola guida con alcune istruzioni su come avviare il proprio business di matched betting in multi-account.

Il multi-account è legale?

A rigor di logica, questa è la prima cosa da chiedersi. Pensa che se il tuo giro di profili può portarti a guadagnare 400 o 500 euro al mese per account senza che tu perda nulla è chiaro che si tratterebbe di un danno per i bookmakers che di certo non potranno esserne contenti.

Tuttavia, codice penale alla mano, non c’è nulla che te lo vieti. Ma attenzione, perché quando ti registri a un sito di scommesse firmi digitalmente un accordo con il bookmaker e se non rispetti alcuni punti finirai per non vederti riconosciuti i bonus e quindi il tuo progetto naufragherà.

Una cosa molto importante da chiarire è che il bonus può essere richiesto una sola volta per ogni:

  • Nucleo familiare
  • Indirizzo IP
  • Intestatario del metodo di pagamento
  • Indirizzo email
  • Numero di telefono
  • Indirizzo di residenza

In pratica per iniziare a registrare il secondo account ti servono un documento, un numero di telefono, una email, e un metodo di pagamento di una persona che non sia nel tuo nucleo familiare, non usi la tua stessa connessione e non abbia il tuo stesso indirizzo di residenza. Ovviamente, serve che la persona in questione sia consenziente, altrimenti sì che commetteresti un reato. Potresti prendere un accordo per il quale chiederai a suddetta persona di creare e gestire per conto suo degli account sui bookmakers in cambio di una percentuale dei profitti.

L’ostacolo potrebbe essere il metodo di pagamento, che giustamente la persona in questione potrebbe non voler condividere con te, ma anche questo è uno scoglio che si può superare, per esempio facendogli sottoscrivere una postepay esclusivamente per il matched betting, così non dovrai avere accesso alle sue finanze e caricherete sulla carta solo quello che vi serve per investire e preleverete solo i proventi del matched betting.

Potresti anche fargli sottoscrivere una nuova scheda telefonica perché a volte servono le verifiche via sms e se non vuoi dover aspettare sempre che il tuo amico o il tuo lontano parente ti debba girare i codici di verifica prima di effettuare un’operazione, ecco che registrare un nuovo numero di telefono potrebbe diventare fondamentale. A differenza del metodo di pagamento, il numero di cellulare del conto non dev’essere per forza intestato all’intestatario dello stesso, ma sempre meglio fare le cose per bene.

Cosa ti serve per fare matched betting multi-account

Una volta trovato chi sia d’accordo con te nell’avviare questo percorso insieme, c’è una lista di cose che dovrete preparare. Purtroppo, non basteranno una e-mail e un numero di telefono.

  • Documenti: necessitiamo di un regolare documento con foto, comunemente carta d’identità o patente di guida. Non serve che tu trattenga il documento fisico del suo socio, ti basterà una copia fronte-retro che caricherai sul sito di scommesse al momento della registrazione. Ricorda che sul documento c’è riportato l’indirizzo di residenza, ed è così, molto semplicemente, che i bookmakers si accorgeranno se la persona che si sta registrando vive in casa con un utente che ha già ricevuto i suoi bonus. Se il sito ti scopre, il giochino è finito prima di iniziare. Meglio non rischiare.
  • Metodo di pagamento: come detto prima, alcune noie potrebbe causartele il metodo di pagamento, che dev’essere rigorosamente intestato all’intestatario del conto (e quindi al tuo amico o parente divenuto socio in affari. In precedenza abbiamo consigliato di usare paypal per il matched betting, ma è assolutamente lecito che questa persona non voglia condividere con te i suoi dati finanziari. Dunque? Dunque il consiglio è di sottoscrivere una postepay o una prepagata visa o mastercard di altro tipo appositamente per il matched betting e di abbinarla semmai a un account skrill (sempre a lui intestato) creato ad hoc. Skrill funziona tipo paypal e da molti siti (anche se non tutti) è accettato in ugual modo. Certo, se il tuo amico o parente dovesse non avere paypal faresti bingo. Potrete creare il suo conto appositamente per l’occasione.
  • VPN: ultima cosa, ma assolutamente non meno importante, è che vi servirà una VPN, ossia un programma che permetta di modificare e mascherare il vostro indirizzo IP. Una VPN è legale al 100%, molti usano questi programmi semplicemente per condividere meno dati personali su internet, o per poter accedere ad alcuni canali televisivi online la cui visione magari non è possibile da un IP italiano. Quando accedi con gli account del tuo socio con attiva una VPN, il sito di scommesse in questione vedrà un indirizzo IP diverso e non il tuo indirizzo reale, così non capirà che dall’account del nuovo utente sta operando un vecchio utente in cerca di nuovi bonus!

Programmi VPN

Esistono alcuni programmi VPN che offrono servizi gratuiti per mascherare il tuo IP, ma piuttosto che scervellarti, il consiglio è di abbonarti perché il costo non dovrebbe superare i 10/15 euro mensili e ti sarai subito tolto un pensiero. Ti basterà fare un account per creare infinti IP e gestire così infiniti account. Val la pena considerarlo come parte (davvero minima) del tuo investimento iniziale.

Ecco una lista di programmi che ti permettono di mascherare il tuo indirizzo IP:

  • ExpressVPN (per Windows, macOS e Linux): è quello che consigliamo. Il più usato tra chi pratica matched betting multi-account.
  • NordVPN (per Windows, macOS e Linux): offre una vasta gamma di server da utilizzare e si lascia apprezzare per la semplicità di utilizzo.
  • Surfshark (per Windows, macOS e Linux): ha dalla sua il vantaggio di poter essere utilizzato praticamente da tutti i dispositivi, comprese Smart TV, Apple TV, PlayStation e Xbox.
  • TunnelBear (per Windows e Mac): straordinariamente semplice da utilizzare, offre anche una versione gratuita che permette un traffico di 500 mega mensili che si rinnovano di volta in volta. Per superare l’ostacolo bisognerà sottoscrivere un abbonamento.
  • CyberGhost (per Windows e Mac): molto simile a TunnelBear. Lo si scarica gratis ma soltanto sottoscrivendo un abbonamento si potrà iniziare ad utilizzarlo.