Salute

Che cos’è l’esame istologico

L’esame istologico è un esame effettuato al microscopio: consiste nell’analisi di un campione di cellule prelevato da un tessuto tramite biopsia

Che cos’è la biopsia

La biopsia consiste nel prelievo di una porzione o un frammento di tessuto da un organismo vivente. La biopsia può essere effettuata sia su tessuti duri come un osso, sia su tessuti molli come la pelle, la mucosa o gli organi. La biopsia viene effettuata durante un’operazione chirurgica o durante un esame medico, spesso endoscopico. Questo prelievo di tessuti viene effettuato quando si ha il sospetto di infezioni, lesioni o malattie. Una volta effettuato il prelievo viene poi inviato nei centri di analisi per effettuare l’esame istologico che confermerà o smentirà i sospetti del medico che ha richiesto l’esame.

Come viene effettuato un esame istologico e cosa determina

L’esame istologico viene effettuato da un anatomopatologo che esamina il vetrino verificando le caratteristiche delle diverse cellule, basandosi su classificazioni standard. I risultati di questo esame sono determinanti per guidare il medico nelle scelte terapeutiche.

L’esame istologico rilascia un referto nel quale sono indicati tutti gli aspetti dell’esame: la descrizione del materiale consegnato al laboratorio, la diagnosi eseguita, l’esame microscopico e le conclusioni dell’anatomopatologo. In caso di tumore, l’esame istologico ne accerta la tipologia e la classificazione.

Difficoltà nell’effettuare l’esame istologico

L’aspetto più delicato di questo tipo di esame è il punto esatto da cui prelevare il campione di tessuto; non è difficile infatti mancare il punto preciso e avere quindi risultati falsamente rassicuranti.

In quali casi è necessario l’esame istologico

L’esame istologico è necessario ed è richiesto per accertare la presenza o meno di tumori e stabilire se questi siano benigni o maligni.

L’esame istologico non comporta liste di attesa in quanto viene richiesto dal medico ad un centro di analisi. La velocità di questo esame varia molto in base all’urgenza nell’ottenere i risultati, in caso si necessiti di risultati repentini i risultati si possono avere anche entro le 48 ore. Senza particolare fretta, l’esame viene effettuato dai 15 ai 20 giorni lavorativi.

Potrebbero interessarti