Arredo Casa

Consigli su come arredare lo studio di casa

Lavorare a casa è per molti una routine. Sia che usiate lo studio a casa solo per pagare le bollette o che ci gestiate addirittura un’azienda, ci sono alcune regole di base che è necessario rispettare. In questo articolo proponiamo alcune soluzioni per impostare il vostro ufficio in modo che funzioni esattamente come vi serve. Per iniziare a pianificarlo esaminiamo le cinque principali esigenze per un grande studio domestico e le rispettive soluzioni.

Scelta dello spazio

Se la vostra casa non predispone di una stanza apposita che avete già deciso di trasformare in uno studio, provate ad identificare lo spazio della casa che viene utilizzato più raramente, come una camera per gli ospiti o una sala da pranzo in disuso, e cercate di adattarla ad un ufficio. Una buona idea potrebbe essere quella di predisporre un armadio per documenti, un computer ed una stampante. Questo fa in modo che l’intero spazio di lavoro resti celato dietro porte chiuse e che vi permetta di guadagnare spazio, oltre che di preservare l’ordine.

Se lo spazio a disposizione è invece molto limitato, potrebbe essere necessario introdurre un po’ di creatività. Nei casi più estremi ricordate che rimuovendo l’asta per abiti ed installando dei collegamenti elettrici, potrete sempre convertire un armadio di qualsiasi dimensione in un’area di lavoro. Potreste anche installare una scrivania nello spazio antistante ad una scalinata, se in casa ne avete una, o comunque in qualsiasi altro spazio intermedio che solitamente non utilizzate a fondo.

Pianificate ciò di cui avete bisogno

Pianificate in anticipo tutte le cose che vi serviranno per lavorare comodamente ed efficientemente nel vostro ufficio domestico e realizzate il progetto nel rispetto del budget che avete prefissato. Iniziate pensando di dover tener conto di temperatura ed illuminazione: devono essere ideali per permettervi di lavorare al meglio.

Dopodiché installate un telefono, magari un cordless, oppure predisponete un caricabatterie da lasciare appositamente nell’ufficio. Presumibilmente sceglierete una sedia con ruote con la quale vi sposterete lungo la stanza, quindi il pavimento dovrebbe essere di una superficie dura, almeno nella zona della scrivania. Se siete fortunato ad avere una finestra nelle vicinanze della vostra scrivania, scegliete delle tende o delle tapparelle che vi permettano di controllare la luce naturale che arriva nella vostra zona di lavoro. Se non avete finestre dovrete trovare delle buone fonti di illuminazione alternative.

Piano di lavoro

Il mobile per voi più importante sarà la scrivania. Essa dovrebbe presentare dimensioni notevoli, nonché un’altezza adeguata allo svolgimento del lavoro in maniera pratica e comoda. Se lo spazio è limitato, disegnate una planimetria su carta millimetrata e spostate le forme fino a trovare uno spazio praticabile. Per sfruttare al massimo uno spazio limitato, installate le scaffalature per archiviare il materiale dietro la scrivania, in modo che tutto ciò che vi serva sia facilmente raggiungibile e non debba occupare ulteriore spazio nell’ufficio. È sempre preferibile installare protezioni contro le sovratensioni per proteggere il computer e le informazioni in esso contenute da improvvise mancanze di corrente.

Una sedia comoda

Scegliete una sedia comoda, della giusta altezza, nonché in grado di fornire il giusto supporto per schiena e braccioli per il tipo di lavoro che eseguirete. Se vi piace tenere i piedi sollevati, mettete un piccolo poggiapiedi sotto la scrivania. È consigliabile installare un supporto estraibile per tastiera in modo che la stessa sia all’altezza giusta per un utilizzo facile e confortevole. Posizionate infine il mouse del computer in un punto che sia a portata di mano e che vi permetta di poggiare i polsi.

Illuminazione

In un ufficio domestico è estremamente importante avere un’illuminazione adeguata. Per ridurre l’affaticamento degli occhi, installate l’illuminazione direttamente sull’area di lettura o sul computer, in modo che non vi sia alcun riflesso sul monitor dello stesso. Ricordate di posizionare il monitor alla giusta distanza dalla sedia in modo da non dover strizzare gli occhi.

Meno è meglio

Nello studio vorreste tutto ciò di cui necessitate a portata di mano, ma rimarrete sorpresi nello scoprire di quanto facilmente possiate farne a meno. Il disordine è molto fastidioso e riduce l’efficienza dello spazio, quindi ordinate la scrivania e gli scaffali, eliminando qualsiasi cosa superflua. Se lo spazio di archiviazione nell’ufficio di casa è limitato, trovate un posto in un’altra area della casa per le cose che usate meno di frequente.

Aggiungete dettagli e colore

Una volta allestito il vostro ufficio, aggiungete qualche tocco personale ed un po’ di colore per rendere lo spazio più piacevole. Selezionate uno stile decorativo e aggiungete motivi, tende e mobili per esprimere a pieno lo stile scelto. Essendo lo studio una zona per definizione separata della casa, potete anche usare un design inusuale, con cui non arredereste di norma l’intera casa, ma che amate comunque.

Provate a conservare il materiale d’ufficio con un po’ di stile, utilizzando cestini decorativi o scatole particolari. Se avete spazio a sufficienza sulla parete, assicuratevi di includere quadri, opere o foto che amate. Pianificando il vostro spazio per l’home office, organizzandolo e decorandolo per esprimere chi siete, svilupperete di conseguenza una particolare empatia con quella zona della casa e questo si ripercuoterà sul vostro lavoro, che sarà migliore e più piacevole da svolgere.

Tags