Arredo Giardino

Consigli su come arredare il giardino

Ognuno immagina il giardino dei propri sogni in modo diverso. Per alcuni sarà vitale avere una piscina, altri vogliono solo possedere uno spazio privato in cui potersi prendere cura delle proprie piante. Gli elementi da prendere in considerazione, ovviamente, sono innanzitutto la grandezza e le condizioni del terreno a disposizione.

Un giardino è in grado di offrire una sensazione di benessere se accogliente e se in grado di riflettere la personalità dei possessori. Sebbene sia necessario essere creativi nella scelta del design, non si deve dimenticare che per una regola non scritta di buon gusto il giardino deve comunque adattarsi al resto della casa. In questo articolo proviamo a darvi alcune idee per l’arredo e la decorazione del vostro spazio privato.

Come arredare il giardino, idee e ispirazioni

Dal moderno al mediterraneo, dal tropicale al giapponese, ci sono innumerevoli idee e ispirazioni per arredare e decorare giardini. Vediamo di seguito dei consigli per farlo al meglio.

Progettazione

Esistono diversi stili con cui è possibile formare un giardino. Poiché lo spazio verde della vostra casa dovrebbe riflettere principalmente la vostra personalità ed il nostro gusto individuale, è essenziale definire dapprima quale sia l’idea di base. Una volta chiarito questo punto è possibile prendere decisioni in merito alla divisione tra il giardino e la terrazza, i materiali dei mobili da giardino ed i colori dei cuscini di seduta che si desidera utilizzare.

Desiderate dare priorità alle piante, costruire uno stagno o concepirlo in modo che i bambini possano giocarci? Prima ancora di iniziare a decorare il giardino dovete quindi individuarne la funzionalità e chiedervi quali caratteristiche debba avere e quali bisogni dovrà soddisfare: dovrebbe donare un senso di comfort, garantire il relax, offrire ampio spazio per le attività all’aperto ecc.

Quali decorazioni scegliere

Chiunque abbia la fortuna di avere a disposizione un grande giardino, dovrebbe potersi permettere di investire nel suo arredamento e nella sua decorazione almeno quanto ha investito all’interno della casa. Innanzitutto è importante considerare i tessuti: tovaglie, gazebo, ombrelloni e rivestimenti delle sedie, i tessuti riescono a dare un tocco speciale alla vostra terrazza ed al giardino.

Altri elementi decorativi fondamentali sono ovviamente le piante. Singoli vasi, veri e propri cespugli di rose, fioriere originali; la scelta è veramente ampia. Anche la luce è un tema importante nel giardino: è possibile installare lampade fisse per far risplendere le decorazioni floreali più amate anche al buio, creando così un’atmosfera romantica.

Infine ci sono le statue. Non è che in un giardino debba esserci necessariamente uno gnomo, potete scegliere anche altri elementi come fontane, gabbie per uccelli e le sculture più svariate.

Mobili giusti per il giardino

Due aspetti fondamentali devono essere presi in considerazione nella scelta dei mobili da giardino: comfort e longevità. A causa della vasta gamma di mobili da giardino esistenti sul mercato, è necessario prima chiedersi che tipo di sedute si sta cercando. Dall’amaca al lettino prendisole, fino al divanetto in stile lounge, ci sono tanti materiali, colori e stili diversi presenti in commercio.

Molte persone optano per mobili in teak e mobili in rattan di plastica. Se avete già definito lo stile che desiderate, l’ombrellone, la tenda ed il tavolo si scelgono praticamente da soli. Ulteriori elementi come altalene o tappeti elastici inizialmente non sono una priorità, se poi vorrete installarne, per evitare successivi problemi di spazio, dovrete stabilire un’aerea specifica e comune del giardino per concentrarli.

Le piante giuste per il giardino

Proprio come ci sono tante diverse opzioni di design all’interno di una casa, la scelta delle piante può determinare in maniera decisiva lo stile del vostro giardino. Prima di tutto bisogna decidere se si desidera piantare verdure, erbe o fiori.

Oltre ad essere belle o brutte, le piante si distinguono anche per le diverse funzioni: così, mentre le siepi sono usate come schermi, i meli e i ciliegi sono progettati per il consumo umano ed i giardini fioriti hanno invece oltre al valore estetico anche il compito di regalare una bella fragranza.

Non deve essere trascurato il consumo di acqua: chiunque cerchi una soluzione a lungo termine ed a bassa manutenzione dovrebbe pensare che forse sarebbe meglio creare un giardino roccioso, facile da mantenere e molto più economico in termini di consumo di acqua.

Alcune tipologie di giardini

Conosciamo ed analizziamo di seguito le tipologie di giardino più comuni.

Giardini naturali

Flora e fauna riunite in un unico giardino: con la cura adeguata non solo crescono i fiori, ma una grande varietà di animali come farfalle, rane e api che si sentono come a casa propria. Un vero giardino naturale necessita di essere curato senza l’uso di sostanze chimiche. Scegliendo le piante giuste per le vostre esigenze e possibilità, non avrete poi bisogno di perdere troppo tempo ad annaffiarle o potarle.

L’idea di base è che il giardino possa essere in grado di fornire il sostentamento di cui necessita, occupandosi del mantenimento di un terreno fertile che diventi habitat ideale per animali e piante. Con questa scelta l’armonia con la natura è garantita e c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire.

Giardini moderni

Quando si progettano giardini moderni, essere chiari sul design è la cosa più importante. La divisione del terreno in terrazza, prato e fiori può essere contrassegnata, ad esempio, da un percorso acciottolato. Anche l’inclusione di fontane, siepi geometriche o l’uso dell’acciaio sono alcuni degli elementi tipici di questo design contemporaneo.

Orto

Non importa se si tratta di un prato o di un raccolto di frutta e verdura: l’orto è un rifugio ideale per sfuggire allo stress della vita quotidiana ed un luogo di incontro per tutta la famiglia. I sentieri sono generalmente costruiti con ciottoli e per quanto riguarda le piante si raccomandano esemplari forti e di facile manutenzione, poiché l’irrigazione è relegata solo nei fine settimana. Per ridurre il consumo di acqua i pozzi o le botti di pioggia sono ottime alternative.

Tags