Arredo Casa

Come scegliere il parato a muro per la casa

Oggi, con un numero crescente di talentuosi designer e fotografi anche indipendenti, la carta da parati è una soluzione che riscuote sempre più successo all’interno delle abitazioni, non solo come scelta di risparmio, ma anche per il suo valore pratico ed estetico.

Ma da dove iniziare? Ecco una pratica guida per scegliere la carta da parati più adatta per ogni stanza della casa.

Soggiorno

Quando si tratta di selezionare lo sfondo giusto per lo spazio più importante e condiviso della casa, ci sono molti aspetti da considerare. La zona giorno è per tutta la famiglia; è anche un luogo dove gli ospiti vengono a rilassarsi ed è una stanza che ha molteplici usi. Elenchiamo di seguito alcuni consigli da seguire per l’arredamento del soggiorno con la carta da parati.

  1. Scegliete colori caldi: tonalità come l’arancione, il giallo caldo e l’ambra morbida sono l’ideale se desiderate uno spazio di vita che crei atmosfera. Oppure, siete particolarmente festaioli e necessitate di qualcosa per animare la vostra casa, sperimentate senza paura toni vibranti ed eccentrici.
  2. Optate per motivi facili da vedere: sebbene i motivi più confusionari siano belli da vedere, uno spazio rilassante come un salotto funziona meglio con disegni che non distraggono eccessivamente.
  3. Personalizzazione: i vostri spazi abitativi riguardano voi e la vostra famiglia, rendeteli dunque riconoscibili. Se vi piace viaggiare un murale fotografico sarebbe ad esempio un’ottima scelta.

Cucina

La cucina è il cuore della casa per molte famiglie. Può anche essere una delle aree più sociali della casa, con molto movimento, quindi provate a renderla attraente per tutti coloro che la usano.

  1. Scegliete un design divertente per la carta da parati della cucina. Il parato ideale dovrebbe essere attraente ed accattivante per tutte le età e dare energia all’ambiente.
  2. Esplorate le nuove tendenze: anche gli ospiti trascorrono spesso molto tempo in cucina, rendendolo il luogo ideale in cui ricercare le ultime tendenze. Mentre il soggiorno è per il relax, la cucina dev’essere ideata per intrattenere.
  3. Prendete in considerazione l’uso di parati antimicrobici: se avete per esempio dei bambini piccoli che mettono le mani dovunque o degli animali domestici, la carta da parati antimicrobica sarà un grande investimento perché impedisce la crescita dei batteri ed arresta il riprodursi delle muffe in casi di umidità.

Camera da letto

Se c’è un posto in cui dovreste riuscire a fuggire dal mondo, quello è la vostra camera da letto. Si tratta del vostro posto sicuro, lontano dallo stress del mondo. Saper scegliere la carta da parati per la camera da letto significa saper ascoltare le vostre esigenze. Si tratta di scoprire i colori, le trame e gli elementi di design più adatti per aiutarvi a rilassare alla fine della giornata.

  • Scegliete colori rilassanti: secondo la psicologia dei colori del design degli interni, i migliori colori per creare uno spazio di rilassamento sono il blu pallido, il rosa e il grigio chiaro.
  • Provate la categoria floreale. Ci sono alcuni disegni a base di fiori anche super moderni.
  • Date vita all’atmosfera con lo sfondo di un tramonto. Sia che scegliate paesaggi montuosi, forestali o di mare, la chiave è trovare qualcosa che vi permetta di allontanarvi dalla realtà per qualche ora.

Camera da letto dei bambini

Il mondo della carta da parati per bambini è enorme e colorato, ma a differenza dei giocattoli non ci sono raccomandazioni sull’età per aiutare i genitori a decidere quale tipo scegliere. Sarà dunque il vostro buon senso a guidarvi nella scelta della carta da parati ideale per la stanza dei vostri bambini in base ai modelli, ai colori, alle strutture ed ai livelli di sviluppo del piccolo.

Dopotutto uno degli aspetti più importanti è che le stanze dei bambini crescano con loro. In tal senso, attenzione a non scegliere delle trame ideali per quando sono molto piccoli ma che poi i vostri ragazzi potrebbero disprezzare in futuro, sebbene nulla vi vieti di sostituirli dopo qualche anno, passando dal disegno dei loro supereroi preferiti ad un tema più grande che richiami allo sport o alla natura.

Bagni

La carta da parati si può usare anche per il bagno, che sia suu una parete, sul soffitto, combinata con gli elementi in ceramica o anche indipendente. Se desiderate aggiungere un dettaglio decorativo in questa stanza della casa potete farlo con la carta per parati. Basta solo sapere qual è il modello più adatto e come posizionarlo.

La carta da parati in vinile è il tipo di carta da parati che dovreste scegliere per rivestire il vostro bagno perché resiste maggiormente all’umidità. Si tratta di modelli realizzati in cellulosa e fibre tessili, rinforzati con un agente legante e con una finitura superficiale in vinile. Questa composizione li rende anche molto facili da installare e, anche grazie al loro spessore, possono nascondere piccole crepe nel muro.

Questo tipo di carta da parati è noto anche per la possibilità di pulirlo con facilità. Ha uno strato di polivinilacetato che facilita la pulizia e lo protegge dall’umidità. Può essere pulito con un panno umido e persino un po’ di sapone neutro.

Sebbene la carta da parato ideale per il bagno sia quella in vinile, esistono anche delle alternative. È importante però ricordare che se scegliete per il bagno una carta da parati a base di carta senza rivestimento in vinile, dovreste trattarla con un rivestimento in lattice incolore che la proteggerà dall’acqua e dall’umidità. Potete aumentare la forza adesiva della carta da parati nei bagni aggiungendo un 20% in più di adesivo rispetto al normale ed usando della colla a dispersione al posto di quella comune, oppure addirittura sostituire la normale colla adesiva utilizzando esclusivamente questa pasta a dispersione.

 

Tags