Arredo Casa

Come scegliere mattonelle e piastrelle per il bagno

Quando si tratta di rinnovare l’arredo bagno, l’attenzione si concentra soprattutto sulle pareti, le quali si distinguono a prima vista non appena si accede alla zona. È a tal proposito necessario sfruttarne appieno l’enorme potenziale estetico e decorativo non limitandosi semplicemente a verniciarle.

Rivestire le pareti del bagno con delle mattonelle (o piastrelle) è oggi una tendenza irrinunciabile nel design degli interni del bagno, dove sono apprezzate per bellezza e funzionalità. In questo articolo vi elenchiamo una serie di consigli da seguire per fare la scelta migliore.

Tipologie di mattonelle

La prima cosa da considerare prima di scegliere le piastrelle è che sul mercato sono presenti diverse tipologie con caratteristiche peculiari. Sarà quindi necessario distinguere tra loro i vari esemplari per riuscire in una scelta accurata che si adatti al progetto decorativo che si è precedentemente scelto.

I diversi tipi di piastrelle vanno classificati a seconda della tonalità, del calibro, della resistenza all’usura e del grado antiscivolo.

  • Tonalità: ogni lotto di mattonelle ha una tonalità particolare che non è uguale al colore di quelle di un’altra serie. Questo è dovuto a fattori di differenziazione che determinano la tonalità unica del prodotto, come il tempo di cottura del materiale, l’umidità, l’esposizione al freddo o al calore.
  • Calibro: è il riferimento di fabbricazione per quelle mattonelle dello stesso tipo di diametro, spessore, ecc.
  • Resistenza: le mattonelle hanno una resistenza all’usura superficiale, questa resistenza viene misurata e catalogata attraverso scale speciali.
  • Grado di capacità antiscivolo: si riferisce al grado con cui la superficie della ceramica riesce appunto ad essere antiscivolo.

Materiali

Di quali materiali è possibile rinvenire la vostra nuova serie di mattonelle per il bagno? Eccone alcuni di seguito.

  • Mattonelle in ceramica: sono le più popolari per i prezzi contenuti e la manodopera semplice. Questo spiega anche perché non siano quelle di qualità maggiore.
  • Mattonelle in porcellana: sono simili a quelle in ceramica ma di qualità superiore e ottenibili quindi ad un prezzo più elevato.
  • Mattonelle in vetro: sono facili da pulire e da salvaguardare. Si distinguono per una qualità maggiore ed un’estetica di livello superiore. I prezzi, va da sé, sono più elevati.
  • Mattonelle in pietra: ideali per bagni in stile rustico; si tratta di piastrelle di qualità e pertanto costose. Hanno però un difetto: con l’esposizione all’umidità, tendono più facilmente a deteriorarsi nel tempo.

Finiture

A rendere personali ed uniche le piastrelle del vostro bagno sono proprio le diverse finiture con cui è possibile effettuare la scelta.

  • Finto legno: riproduce il comfort ed il calore del legno donando un favoloso aspetto naturale, abbinabile a diversi colori e tipi e finiture. L’utilizzo di questo tipo di finitura per il rivestimento con mattonelle delle superfici del bagno è un tocco unico di calore ed eleganza che dura nel tempo, senza richiedere grande manutenzione.
  • Fango: ideale per bagni che ricreano un aspetto più rustico, caldo e naturale. Fornisce alla serie di mattonelle il fascino di un tranquillo stile di casa provinciale.
  • Marmo (classico): esclusivo dei bagni più lussuosi ed eleganti, il marmo travertino è forse la pietra naturale più utilizzata come materiale da costruzione nel corso della storia. Splendido nei suoi toni caldi, naturali e luminosi, nelle sue magnifiche venature e nelle sue diverse forme.
  • Marmo (strutturato): Questo tipo di rivestimento per mattonelle è reso speciale dallo stile più all’avanguardia e che persegue un aspetto raffinato e rilassante. Lo troverete in combinazione con colori e trame che evocano il fresco ed il naturale.
  • Mattonelle piatte a colori: le piastrelle di colori vivaci ed allegre combinate con i bianchi raggiungono contrasti molto audaci, ottenendo uno stile di decorazione del bagno molto dinamico.
  • Gresite: si tratta di un tipo di mattonella molto piccolo, perfetto per dare un tocco diverso al bagno grazie alla sua versatilità in termini di possibilità decorative. Queste piastrelle formano mosaici che potete trovare in un’ampia varietà di colori. È molto resistente all’umidità, quindi ideale per i bagni.
  • Gres porcellanato: è una buona alternativa che offre risultati estetici straordinari e simili al marmo, ma ad un prezzo più economico. Attualmente le piastrelle con questo tipo di finitura sono ampiamente utilizzate nei bagni moderni e nello stile minimalista.

Quali piastrelle scegliere

Una volta che è noto che ci sono così tanti tipi di mattonelle per piastrellare il bagno, la selezione del più appropriato per le proprie esigenze deve essere fatta sulla base di alcune condizioni che devono essere valutate a priori, come la luce, le dimensioni, lo stile d’arredamento e la sua distribuzione nell’ambiente.

Luminosità

Se il bagno non ha finestre e non è in grado di assorbire grandi quantità di luce naturale è consigliabile piastrellarlo con mattonelle dai colori chiari e lucidi, che favoriranno la sensazione di un ambiente più luminoso.

Dimensioni

Il bagno è grande o piccolo? Lungo o largo? Il soffitto è alto o piuttosto basso? Tutto questo dovrebbe essere considerato, in termini di proporzioni, quando si scelgono le mattonelle. Se è piccolo, ad esempio, si consiglia di optare per mattonelle piccole e colori molto chiari. Se il bagno è lungo e stretto, una buona idea è quella di combinare diverse mattonelle: più chiare per le pareti laterali e più scure per la parete posteriore.

Se i soffitti sono molto bassi si consiglia di posizionare le mattonelle in verticale, mentre se i soffitti sono alti, la cosa migliore da fare è piastrellare in direzione orizzontale per dare la sensazione di allargare lo spazio.

Stile

Le mattonelle devono seguire lo stile che ispira il resto del bagno. Se la vostra preferenza per esempio è quella di un ambiente che ruota intorno ad un clima naturale, le mattonelle in pietra e le finiture in ardesia e granito avranno un successo garantito.

Se invece vi state ispirando ad uno stile scandinavo, semplice, funzionale e confortevole, l’ideale è piastrellare le pareti con mattonelle bianche, la cui tonalità dà per eccellenza un senso di maggior luce. Queste mattonelle saranno ideali inoltre per essere combinate con mobili bianchi, laccati o color legno ed alcuni tocchi naturali come le piante verdi. Per un bagno dall’aspetto vintage ci sono mattonelle con disegni più all’antica, con motivi e con giunzioni in colori scuri.

Tags