Google My Business è uno strumento gratuito che aiuta le piccole imprese a creare e gestire le proprie inserzioni Google, che vengono visualizzate quando i clienti trovano le attività commerciali su Ricerca Google e Maps. Aiuta le aziende ad attirare nuovi clienti e a condividere informazioni su ciò che li rende speciali.

Le funzioni di Google My Business sono incluse nelle ricerche Google locali come parte di un inserto di Google Maps il cui nome è Local Pack. Google My Business (GMB) è stato formalmente conosciuto al pubblico come Google Places, ma questo nome è cambiato quando il prodotto è diventato indipendente da Google Plus.

Le inserzioni GMB sono gratuite e in genere sono in stato di non verificate o verificate. Spesso, le inserzioni non verificate contengono dettagli errati come l’indirizzo e i numeri di telefono errati, motivo per cui non di rado si incorre in diverse truffe (argomento del quale tratteremo in seguito).

Google My Business: introduzione

Le inserzioni GMB devono essere rivendicate o configurate e quindi verificate in modo che l’azienda possa gestirne l’elenco e assicurarsi che le informazioni aziendali siano corrette e soprattutto veritiere. L’elenco GMB è verificato per un indirizzo specifico e più elenchi possono essere impostati per quelle aziende con più siti.

Perché è importante per le aziende registrarsi su GMB?

Oggi 3 su 4 acquirenti cercano online quando vogliono trovare un business e 7 su 10 hanno effettuato un acquisto da un’azienda che hanno trovato utilizzando un motore di ricerca. Iscrivendosi su Google, le aziende possono apparire in maniera più autorevole quando le persone cercano i prodotti o servizi che offrono, consentendo ai clienti interessati di saperne di più o mettersi in contatto con loro, anche e soprattutto se cercano servizi nei loro dintorni.

In che modo GMB mi aiuterà a ottimizzare la mia attività?

Google My Business aiuta le aziende ad attrarre più clienti. In particolare, può aiutare le aziende:

  1. Condividendo le informazioni che possono servire ad un potenziale acquirente: i clienti eseguono ricerche online per cercare informazioni specifiche, ad esempio indicazioni stradali, orari di apertura, foto e offerte e confrontare le attività commerciali. Condividendo questo tipo di informazioni, nonché facendo foto e offerte, puoi utilizzare Google My Business per comunicare ai clienti ciò che rende speciale la tua attività.
  2. Coinvolgi i clienti: i clienti condividono storie, lasciano recensioni e raggiungono le piccole imprese direttamente dai loro telefoni. Google My Business ti consente di partecipare alla conversazione sulla tua attività. Rispondi alle recensioni, rispondi a messaggi e domande e ricevi più chiamate dai clienti interessati
  3. Imposta un sito web ottimizzato per dispositivi mobili gratuito in meno di 10 minuti: con Google My Business puoi creare un sito Web gratuito con un aspetto eccezionale.Il generatore di siti web gratuito semplifica la creazione e la modifica del tuo sito dal tuo computer e dal tuo telefono. Inoltre ti dà informazioni su quali foto vengono notate e da dove provengono i tuoi clienti.
  4. Scopri in che modo i clienti ti trovano: Google My Business ti fornisce informazioni importanti su come i clienti ti trovano e interagiscono con la tua attività. È possibile tenere traccia delle informazioni sul numero di ricerche per la propria attività, le chiamate telefoniche in arrivo e le richieste di indicazioni stradali. Fornisce inoltre informazioni su quali foto vengono notate e da dove provengono i clienti.

Google MyBusiness: la guida completa

Bene, adesso cerchiamo di andare un po’ più nel dettaglio e capire come utilizzare GoogleMyBusiness e soprattutto perché dobbiamo verificare la nostra attività sulla piattaforma.

Perché devo verificare la mia attività su Google My Business?

Devi verificare la scheda della tua attività commerciale per gestire le informazioni sulla tua attività commerciale su Google Maps, Ricerca e altre proprietà di Google. Il processo di verifica aiuta a garantire che le informazioni sulla tua attività siano accurate e che solo tu, il proprietario o il gestore dell’azienda, abbiate accesso ad essa. Finché non hai completato la verifica, disponi solo di un accesso limitato per modificare le informazioni sull’attività commerciale che appaiono su Google.

Le aziende verificate hanno il doppio delle probabilità di essere considerate affidabili dagli utenti.

Come metto la mia attività su Google?

Puoi identificare che un elenco non è verificato cercando il marchio e la sede dell’attività in Google e poi ispezionando il pannello informativo sul lato destro dei risultati della ricerca. Se viene visualizzato il messaggio “Gestisci questa attività?”, L’elenco non è verificato e puoi richiederlo. Come posso richiedere e verificare un elenco esistente?

  1. Accedi al tuo account Google all’indirizzo www.google.com/business e “Aggiungi una posizione”.
  2. Segui le istruzioni di Google come se volessi creare una nuova posizione per la tua attività commerciale (anche se magari la scheda di attività commerciale esiste già).
  3. Se la posizione verificata esiste già, Google la consiglierà per te. Quando selezioni la scheda dell’attività commerciale, un popup ti spiegherà che “Qualcun altro ha già verificato questo annuncio”.
  4. Se sai di possedere già la scheda dell’attività commerciale ma non ricordi quale account email è stato utilizzato per crearla, Google mostrerà la prima a lettere dell’indirizzo email che ha verificato la scheda di attività commerciale (ad es. “Xx…@gmail.com “). Speriamo che questo ti aiuti a ricordare quale login usare!
  5. Altrimenti, fai clic su “Richiedi proprietà” e rispondi alle seguenti richieste / domande di Google. Per trasferire la proprietà della scheda della tua attività commerciale al tuo account, scegli le risposte “No, l’account è attualmente gestito da qualcun altro” e “No” quando ti viene chiesto se puoi contattare il proprietario della scheda.
  6. Compila il modulo per richiedere un trasferimento di proprietà. Google ti invierà quindi un’e-mail che ti informa che è stata inviata un’email al proprietario della scheda di attività commerciale, chiedendogli di contattarti.
  7. In genere, se trascorrono 5 giorni senza che il proprietario risponda a te o a Google, puoi rispondere all’e-mail di Google per continuare il processo di trasferimento della proprietà. Risponderanno per telefono o per e-mail per ottenere l’accesso.

Come aggiungere un proprietario secondario a una posizione GMB già verificata

1 – Vai su www.google.com/business e accedi utilizzando il tuo account Google o gmail. Scorri verso il basso fino alla sezione “Posizioni” per vedere se hai accesso alla posizione esistente. Se lo fai, vai al passaggio 5. Se non riesci a trovare l’elenco esistente, vai al passaggio 2.

2 – Fai clic sul pulsante rosa + nell’angolo in basso a destra dello schermo e seleziona “Aggiungi una posizione“.

3 – Nella pagina successiva, compila il modulo di Google My Business con informazioni accurate e fai clic su “Continua“. Se esiste già una scheda verificata, riceverai un popup che dice che “Qualcun altro ha già verificato questo elenco”.

4a – All’interno di questo popup, Google ti mostrerà le prime due lettere dell’email che attualmente possiede l’elenco esistente: questo è l’account che devi provare per accedere a www.google.com/business. Ciò potrebbe richiedere di chiedere in giro per il luogo di lavoro per capire di chi sia l’e-mail e quale sia la combinazione di password e-mail.

4b – Se semplicemente non riesci a capire di chi sia l’email (o chiedi la password), si può contattare direttamente Google per ottenere l’accesso, tuttavia questo processo potrebbe richiedere anche più di 2 settimane.

5 – Se riesci ad accedere correttamente a www.google.com/business con la combinazione di password e-mail corretta, scorri fino alla sezione “Posizioni” per trovare la posizione esistente e fai clic su “Gestisci posizione“.

6 – Fai clic sul pulsante del conto circolare nell’angolo in alto a destra dello schermo e fai clic sul pulsante “Gestisci account“.

7 – Fai clic su “Gestisci permessi” e quindi, nell’angolo in alto a destra del popup, fai clic sull’icona “Invita nuovi utenti“.

8 – Inserisci l’email del proprietario secondario, così come hai fatto per la tua email. Quindi bisogna fare clic su “Scegli un ruolo“, selezionare “Proprietario” e fare clic su “Fatto“.

Come risolvere i problemi di duplicazione

Quando gestisci la tua pagina Google My Business, potresti essere informato che la tua posizione non viene visualizzata perché è un duplicato di un’altra o ha lo stesso indirizzo di un’altra azienda. La ricerca dell’indirizzo commerciale in Google può aiutarti a identificare le schede con lo stesso indirizzo. In alternativa, puoi anche andare su “Aggiungi una posizione” nel tuo account Google My Business e fare una ricerca per la sede della tua attività.

Nella maggior parte dei casi, è necessario rimuovere le posizioni duplicate. Ciò può essere ottenuto accedendo alla lista dei duplicati (vedi sopra “Come richiedere e verificare un elenco GMB esistente” sopra). In alternativa, se la scheda di attività commerciale duplicata non è stata verificata, puoi semplicemente andare “Aggiungi una posizione” e poi fare clic su “Sono autorizzato a gestire questa attività …”. Se riscontri ancora problemi all’accesso, vai alla pagina di assistenza di Google My Business.

Una volta che hai accesso per gestire o possedere la pagina duplicata, puoi gestirne le impostazioni. Fai clic sul pulsante circolare nell’angolo in alto a destra, quindi fai clic su “Impostazioni“. Scorri fino alla fine della pagina che cerchi e fai clic su “Elimina pagina“. Assicurati di leggere attentamente le istruzioni di Google e poi fai clic sul pulsante “Elimina account” finale.

Come gestire più posizioni GMB

Se la tua azienda ha bisogno di più pagine delle posizioni perché hai molte filiali o punti vendita in franchising, ti consigliamo di creare un account aziendale separato per contenere tutte le pagine relative alle psoizioni della tua azienda. Accedi a Google My Business, fai clic sul menu pulsante con tre lineette nell’angolo in alto a sinistra e seleziona “Crea account aziendale“.

Una volta all’interno del tuo nuovo account aziendale, fai clic sul pulsante circolare “+” nell’angolo in basso a sinistra e seleziona “Importa posizioni da un file“. Ti suggeriamo di scegliere l’opzione ‘Scarica un modello‘.

Apri quindi il foglio di calcolo e inserisci tutte le colonne possibili. Devi assegnare ad ogni posizione un “codice negozio” di tua scelta. Ti suggeriamo di utilizzare una convenzione comune che manterrà ogni posizione unica (ad esempio TuaAzienda001, TuaAzienda002, TuaAzienda003 …). Se non riesci a inserire dati per nessuna colonna (ad esempio “Indirizzo 2”, “Latitudine” o “Ore speciali”), elimina queste colonne (non lasciarle vuote). Tutte le foto che includi avranno bisogno di un link URL per Google per individuarle (altrimenti puoi aggiungerle manualmente in seguito).

Una volta caricato il foglio di lavoro completato, è necessario verificare tutte le posizioni. Fai clic sul pulsante circolare “Verifica per tutte le località” nell’angolo in alto a destra e segui le istruzioni di Google.

Supponiamo che tu abbia modificato il tuo numero e che tutte le tue inserzioni siano aggiornate di conseguenza: quando fai clic su una delle tue inserzioni e cambi il tuo numero di telefono, puoi selezionare una casella su “Applica modifiche a tutte le località“.

Per ulteriori informazioni, puoi anche contattare l’assistenza nella pagina di supporto di Google My Business.

SEO e posizionamento per Google My Business: le basi

In primo luogo, è molto importante che i tuoi indirizzi e numeri di telefono siano corretti e che corrispondano esattamente alle stesse informazioni che sono riportate sul tuo sito web. Nel tuo elenco GMB puoi selezionare fino a 5 categorie di attività. Abbi cura di selezionare le categorie più appropriate e ordinarle in modo prioritario.

Una volta verificato il tuo annuncio, devi ottimizzarlo come segue:

  1. Inizialmente vedrai nella tua pagina di localizzazione GMB che “Il tuo profilo è completo al 45%”. Devi seguire le istruzioni di google per completare al 100% il tuo profilo, non di meno. Inizia facendo clic sul pulsante “Modifica“. Compila il seguente modulo il più completamente possibile:
    1. Copia e incolla l’URL della tua home page dal tuo sito web.
    2. Fai clic su “Categoria” su “Aggiungi un’altra categoria” se necessario. Ti consigliamo di selezionare 2-3 categorie pertinenti ordinate dalla più importante alla meno importante.
    3. Aggiungere l’orario di apertura e chiusura è molto importante ma non è necessario specificare gli orari speciali per le vacanze o i tempi di apertura irregolari.
    4. Quando aggiungi una “Introduzione” alla tua attività, è importante utilizzare alcune delle parole chiave più cercate, aggiungere link al tuo sito web, tenerlo a 3-5 righe di lunghezza e terminare l’introduzione con un invito all’azione con un link al tuo sito web. Quando hai completato quanto sopra, fai clic su “Fine modifica”.
  1. Infine, fai clic su “Gestisci foto” o “Aggiungi foto del profilo” per aggiungere alcune immagini:
    1. Aggiungi una foto del profilo di qualità della tua attività e magari anche dei prodotti che offri. Questa immagine dovrà essere di almeno 250×250 pixel, ma è consigliabile non inferiore a 1080×608 pixel.
    2. Continua ad aggiungere un logo e una foto di copertina per la tua attività. Quindi, nell’angolo in alto a destra della sezione “Identity Photos”, fai clic sul pulsante accanto a “Cosa sono questi?”. Qui puoi consigliare quale immagine mostrare a Google quando gli utenti cercano il tuo servizio o prodotto.
    3. Ti consigliamo vivamente di utilizzare una buona fotocamera o uno smartphone per scattare almeno tre foto di interni, esterni, lavoratori, prodotti, servizi ecc. E caricare anche questi (ciò influirà positivamente sulla tua posizione).

Ora puoi pubblicare post sul tuo GMB!

Ora puoi pubblicare piccoli post sul tuo annuncio GMB. Questa è una funzione eccellente se hai un’offerta per una promozione, magari, o anche un annuncio da pubblicare. I post possono includere un link e un’immagine e scadono automaticamente dopo una settimana.

Collegamento al tuo AdWords

Nella tua campagna AdWords puoi abilitare un’estensione per la località all’interno delle tue campagne. Questa funzione deve prima essere abilitato a livello del tuo account: vai alle impostazioni e fai clic sulla scheda “Estensioni annuncio”, quindi seleziona “Estensioni di località” nella scheda Visualizza. Da qui puoi aggiungere la tua estensione di località GMB. Nota che dovrai accedere al tuo account GMB. Una volta completato, puoi aggiungere un’estensione di località a livello di singola campagna.

Pubblicità su Google Maps

Google ha segnalato che avvierà un nuovo servizio pubblicitario su Google Maps entro quest’anno. Ciò consentirà alle aziende di inserire annunci all’interno del Local Pack nei risultati di ricerca e di promuovere indicatori di spunta all’interno di Google Maps.

Si prega di fare riferimento alla lista aggiornata di Google delle modifiche alle funzionalità di GMB.

Attenzione: truffe Google My Business

Sei mai stato truffato da un “rappresentante Google” che in realtà non rappresentava Google?

Se è così, non sentirti solo perché fidati, non lo sei. Per anni, i truffatori che affermano di rappresentare Google hanno depredato i proprietari di piccole imprese, spaventandoli e spillando loro soldi su soldi.

Questo tipo di truffa potrebbe avvenire sotto forma di una telefonata, di una robocall registrata ma anche di e-mail spam. Questi truffatori affermano di essere dipendenti di Google e utilizzano tale leva per avanzare affermazioni esagerate sul miglioramento delle classifiche di Google chiedendo in cambio, ovviamente, denaro. Oppure potrebbero persino minacciare di rimuovere la tua scheda My Business se non paghi i servizi di ottimizzazione.

Fortunatamente, Google sta adottando ulteriori misure per prevenire le frodi con un nuovo elenco di iniziative.

Il gigante dei motori di ricerca ha descritto questi nuovi passaggi in un recente annuncio. Tale annuncio recita, in parte:

“Stiamo intraprendendo azioni legali contro i principali servizi di truffa per inviare un messaggio che non esiteremo a intraprendere azioni legali contro di loro.

Abbiamo creato nuove tecniche per identificare meglio gli account Google legati a pratiche fraudolente.

Abbiamo sviluppato un nuovo strumento che consente ai proprietari di attività commerciali di segnalare truffe e altre pratiche che violano i termini di servizio di Google.

Stiamo lanciando un nuovo programma Google My Business Partners che fornirà alle aziende una directory di partner affidabili tra cui scegliere.”

Come non cadere nelle trappole dei truffatori di Google My Business

Mentre gli ultimi tentativi di Google di eliminare queste pratiche predatorie lasciano ben sperare, le frodi continueranno ad esistere, quasi sicuramente. Pertanto è importante proteggersi.

Il consiglio più semplice? Sii estremamente scettico.

In particolar modo, cercate di stare attenti e tenete a mente questi consigli:

  • Se si tratta di una chiamata di vendita non richiesta da un sistema automatizzato, non viene da Google. Tieni presente che potresti ricevere chiamate telefoniche automatizzate da Google per attività non di vendita come la conferma delle ore di pratica.
  • Le chiamate automatizzate di Google arriveranno da numeri designati e reperibili su Internet.
  • Occasionalmente potresti ricevere chiamate dagli operatori di Google con l’esplicito scopo di sviluppo o assistenza clienti. Tuttavia, tieni presente che Google non richiederà mai le informazioni di pagamento per telefono o garantirà al 100% i risultati di marketing.